“Napoli e Borsellino. La cultura della legalità”

1509
I musei italiani godono di ottima salute, ed è boom di visitatori

Al Maschio Angioino una serata in memoria del giudice Paolo Borsellino a 25 anni dal suo assassinio. Dedica speciale per Salvatore Barbaro, vittima innocente della camorra.

Domani 19 luglio alle ore 21,00, all’interno della rassegna “Estate a Napoli 2017” il cortile del Maschio Angioino ospiterà un appuntamento speciale, “Napoli e Borsellino. La cultura della legalità”, in memoria di Paolo Borsellino nel giorno dell’anniversario della sua morte. paolo borsellinoUn omaggio a venticinque anni dall’uccisione del magistrato assassinato da Cosa Nostra assieme a cinque agenti della sua scorta, una serata che il Comune di Napoli, e in particolare l’Assessorato alla Cultura e al Turismo, ha voluto dedicare al giovane Salvatore Barbaro (foto a lato) ed alla famiglia che vive nel suo ricordo. Un giovane artista di Ercolano, vittima innocente della camorra, che attraverso la voce degli artisti presenti “canterà” ancora insieme a noi. L’evento, organizzato con Ad Astra Consorzio Cultura, si avvale del coordinamento di Antonio Mastellone e della collaborazione del Comune di Ercolano e dell’Associazione Antiracket di Ercolano. La serata sarà condotta da Rosaria De Cicco e realizzata grazie alla generosa partecipazione di numerosissimi artisti quali Lino Blandizzi, Michele Bonè, Marina Bruno, il ballerino Emiliano Cavallini (nella foto in basso), Lino D’Angiò, Antonella De Chiara, Francesco Di Leva, Gigi Di Luca e gli Allievi de “La Bazzarra”, Renato Di Meo, Fabrizio Fierro, Lello Giulivo, Angelo Laurino, Nello Mascia, Massimo Masiello, Ettore Massarese, Giovanni Mauriello, Anna Merolla, Luca Pugliese, Patrizia Spinosi, Francesco Viglietti, Giuseppe Zeno, Claudia Zinno e con la partecipazione di Castel Capuano Libera Ensemble. Sono previsti interventi e testimonianze. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Durante la serata sarà possibile sottoscrivere un contributo simbolico di solidarietà alla famiglia Barbaro.