“L’Osservatore Esistenziale”, presentato il libro di Ciro Barbato

2143

“L’Osservatore Esistenziale” è il libro di Ciro Barbato presentato ieri presso la Libreria Raffaello (Via Kerbaker), edito da Schiavone Milano.

E’ stato presentato ieri il libro di Ciro Barbato, “L’Osservatore Esistenziale. All’incontro con l’autore erano presenti Gino Aveta, Gianfranco Gallo, Federico Salvatore e Lino Barbieri. La conduzione è stata affidata a Mario Brancaccio che ha introdotto la presentazione leggendo il seguente capitolo: “L’osservatore esistenziale è un “risvegliato” dal sonno di una vita formale già “prescritta” da qualcuno…e qualcun altro. E’ osservando la propria quotidianità nelle piccole e grandi cose, dalla spesa al centro commerciale alla Fisica quantistica, che si può trovare un luogo “altro” dove vivificare il nostro io, alimentarlo con la fonte pura del “cercare” senza tralasciare un pizzico di irriverente e cinica ironia, filosofia, e leggero approfondimento scientifico, come del resto andrebbe presa la vita stessa.” Anche gli ospiti si sono alternati nella lettura di alcuni capitoli del libro. Federico Salvatore ha letto “Il Preludio e L’homoauchan”; Gianfranco Gallo ha letto il capitolo “L’amore è una truffa”; ed ha concluso Lino Barbieri leggendo il capitolo “L’idea di ideali”. Ciro Barbato è Direttore d’orchestra, pianista e compositore nato a Napoli. Una vita di musica e curiosità per le “cose” spirituali, la filosofia, la Fisica quantistica e ogni forma d’arte e cultura ma anche di tenace avversità nei confronti di ogni dogma e costruzione religiosa, di idee politiche, di formalità e convenzioni che considera da società decadente. Ama dire ai propri amici: “Mi sono permesso di scrivere un libro perché la mia ignoranza mi diverte”.  La particolarità del libro nella sua essenza, è stata caratterizzata da momenti che hanno fuso l’arte, con le esibizioni e l’omaggio a Rino Zurzolo da parte dell’autore con Patrizia Spinosi, Virgilio Brancaccio, Michele Bonè e Gaetano Diodato. Oltre alla bellissima interpretazione della Spinosi con Bonè in un brano di Carlo Faiello, l’autore Ciro Barbato, ha invitato persone del pubblico accanto al pianoforte, componendo musica dal vivo. “La musica espressa in quei momenti della presentazione del libro, – ha sottolineato l’autore del libro e compositore, –  è rimasta in questi momenti e in quelle dimensioni, ed io stesso non sarò più capace di ripetere sia le melodie che i passaggi armonici espressi all’impronta”. La “prova” di espressione dimensionale stimolata dal capitolo del libro “L’osservatore Esistenziale”, ha entusiasmato così tanto il pubblico che l’autore, con ironia, viste le continue richieste da parte del pubblico presente, ha chiesto “due euro” per ogni composizione originale personalizzata.