L’Associazione Scarlatti a Villa Pignatelli per i “Péchés de vieillesse” di Rossini

111
L'Associazione Scarlatti a Villa Pignatelli per i

Continuano, senza sosta, gli impegni dell’Associazione Scarlatti con l’appuntamento di domenica 29 settembre 2019, alle ore 11.30, a Villa Pignatelli

Un nuovo appuntamento a cura dell’Associazione Alessandro Scarlatti, è stato pianificato, dunque, per domenica 29 settembre 2019 alle ore 11.30 nella prestigiosa ed affascinante veranda neoclassica di Villa Pignatelli, teatro di indimenticabili concerti di musica da camera.

Protagonisti della mattinata musicale, il mezzosoprano Gabriella Colecchia, accompagnata al pianoforte da Gianni Gambardella,  che dedicheranno una matinée al “Rossini Français” con la partecipazione del musicologo Sergio Ragni.

Si tratta del terzo appuntamento con il piccolo ma raffinato ciclo di concerti  pensato come una sorta di Grand Tour, e per questo intitolato, non a caso, Viaggi Musicali. 

Sarà proprio il tema del viaggio, infatti, a percorrere la scelta ben precisa del programma, incentrato su una selezione tra i celebri Péchés de vieillesse,  ‘peccati’ come li definisce con spiritosa irriverenza l’autore.

Si tratta, infatti, di pagine bizzarre dai titoli pittoreschi ed accattivanti che spaziano nei titoli dal lontano oriente alla Spagna fino alla costa francese. Sono brani del Rossini ormai lontano dai palcoscenici teatrali, più riservato e più maturo, ma rinnovato nella creatività dei suoi ultimi 10 anni all’interno del suo palcoscenico privato, dinanzi ad un pubblico eletto e privilegiato di artisti, di appassionati, L'Associazione Scarlatti a Villa Pignatelli per i "Péchés de vieillesse" di Rossinima soprattutto di selezionati amici plaudenti.

Quanti di noi vorrebbero ritirarsi “a vita privata” ? Chi può farlo veramente ? Gli scrittori, i musicisti o gli artisti in generale, in ogni caso coloro che creano con il genio della fantasia, capolavori di arte e cultura, immortali.

La cornice di Villa Pignatelli ben si presta, quindi, a ricreare l’ambiente per il quale questi brani sono stati creati. Il concerto si giova del Patrocinio Morale dell’ Institut Français di Napoli che, come la Associazione Scarlatti, festeggia i 100 anni di attività essendo stato fondato nel 1919. 

Gabriella Colecchia, diplomata al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, la sua città, si perfeziona all’ “Accademia Rossiniana” di Pesaro, selezionata da Alberto Zedda, uno dei massimi esperti e conoscitori di Rossini. Vince prestigiosi concorsi internazionali come il “Pavarotti International Voice Competition” di Philadelphia ed il “Toti dal Monte”di Treviso.

Inoltre le viene assegnata una borsa di studio “Premio Amadeus” da Claudio Abbado e Luciano Pavarotti nell’ambito di Ferrara Musica. Gianni Gambardella, napoletano, ha studiato direzione d’orchestra, composizione e pianoforte, diplomandosi con il massimo dei voti presso il Conservatorio S. Pietro a Majella della sua città.

Ha tenuto concerti per diversi enti musicali nazionali tra cui il Teatro S. Carlo e l’Associazione Scarlatti di Napoli, il Teatro Lirico di Cagliari, l’Emilia Romagna Festival, la RAI, il Ravello Festival, l’Accademia Montis Regalis, giusto per citarne alcuni. Attivo anche come compositore, ha scritto tre quadri lirici; l’ultimo lavoro, Casa Galbiati, rappresentato in prima assoluta al Teatro Galleria Toledo di Napoli, è stato accolto con grande successo di pubblico e di critica. E’ docente di accompagnamento pianistico presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como.

Programma

  • “Le Rossini Français”  ‘54
  • Gioacchino Rossini (1792 – 1868)
  • L’amour a Pekin
  • Ariette Villageoise
  • Ariette à l’ancienne
  • Nizza
  • La separazione
  • Chanson de Zora
  • Il Risentimento
  • L’orpheline du Tyrol
  • L’ultimo ricordo
  • La Veuve Andalouse
  • L’Àme délaissée
  • La chanson du Bébé
  • Adieux à la vie!
  • À Grenade
  • Lazzarone
  • Gabriella Colecchia, mezzosoprano
  • Gianni Gambardella, pianoforte

con la partecipazione di Sergio Ragni