L’amica geniale, ecco il tour letterario a Napoli sul “bibliobus”

562
L’amica geniale, ecco il tour letterario a Napoli sul “bibliobus”

L’amica geniale: dall’8 dicembre ogni sabato il City Sightseiing attraverserà i luoghi dei bestseller di Elena Ferrante (grande successo anche in tv).

Un tour letterario per le strade di Napoli traendo spunto da L’amica geniale. È quanto verrà proposto ogni sabato dall’8 dicembre a bordo del City Sightseeing, che sarà teatro di Napoli città geniale, il giro letterario a bordo del bus rosso che attraverserà i luoghi della quadrilogia scritta dalla “misteriosa” Elena Ferrante, bestseller che sta avendo successo anche con la serie tv.

Il “bibliobus” di Napoli città geniale (organizzato dal City Sightseeing con la collaborazione della libreria Iocisto) partirà ogni sabato alle ore 10,30 da Largo Castello e durerà circa tre ore, scandite dalla lettura di pagine della quadrilogia, seguendo le tappe messe a punto da esperti conoscitori dell’opera.

Con la collaborazione di una guida letteraria bilingue (italiano e inglese), il bus rosso attraverserà i quartieri “degradati” (a cominciare dal rione Luzzatti, dove le protagoniste Lenù e Lila sono nate e cresciute, e quel tunnel dove le bambine fuggono per vedere il mare) e “nobili” (come corso Umberto e la zona universitaria).L’amica geniale, ecco il tour letterario a Napoli sul “bibliobus” Noi speriamo – ha dichiarato al “Tgr Campania” Titti Marrone, giornalista e socia della libreria Iocisto – che sia il primo di una lunga serie di tour dedicati ai nostri scrittori, che ci hanno fatto conoscere tanti aspetti della nostra città”.

Il tour letterario è una piacevole novità: “Amiamo sperimentare – ha dichiarato al “Roma” Antonietta Sannino, amministratore delegato City Sightseeing Napoli- sempre nuovi tour e questo è davvero insolito. Per la prima volta City Sightseeing si cimenta con un percorso letterario. Il nostro obiettivo è promuovere le bellezze del nostro territorio facendo vivere ai turisti esperienze uniche e suggestive anche diverse da quelle del turismo convenzionale“.

Uno scopo facilmente raggiungibile, vista la bellezza di Napoli e dell’opera di Elena Ferrante.