Jorit omaggia il grande Martin Luther King: un murale per lui a Napoli

870
Jorit omaggia il grande Martin Luther King: un murale per lui a Napoli

Jorit: lo street artist napoletano ha realizzato nel quartiere Barra un murale con il volto di uno dei personaggi simbolo della lotta per i diritti civili degli afroamericani.

La meravigliosa street art di Jorit non conosce sosta. Dopo i murales dedicati, tra gli altri, a San Gennaro, Pasolini, Maradona, Gagarin e Bud Spencer, l’artista napoletano omaggia con una sua opera il volto di un altro grande personaggio della storia: Martin Luther King.

L’opera è stata realizzata a Napoli, per la precisione su un edificio nel quartiere Barra, tra via Chiaromonte e via Velotti (nei pressi dell’uscita della stazione della Circumvesuviana).

In uno dei punti nevralgici di Napoli Est, Jorit ha dedicato dunque la sua opera ad uno dei personaggi più importanti dell’intero ‘900, colui che ha rappresentato uno dei simboli della lotta per i diritti civili degli afroamericani negli anni ’60 (impegno che gli valse anche il Premio Nobel per la Pace nel 1964).

A seguire sul muro scrivo il più bello…#FondazioneJorit#IlTappetodiIqbal#FondazioneBancoDiNapoli

Pubblicato da Jorit su Giovedì 2 gennaio 2020

Nel procedere alla realizzazione del murale, Jorit ha coperto la facciata di scritte (su tutte “I have a dream, qual è il tuo sogno?“), poi è man mano apparso il volto del leader del movimento per i diritti civili.

Lo stesso street artist ha spiegato che la scelta è ricaduta su Martin Luther King perché “icona di giustizia sociale“, in un quartiere, Barra, che si sente da sempre abbandonato dalle istituzioni. Come in tutte le altre opere di Jorit, anche Martin Luther King è raffigurato con due strisce rosse sul volto, che stanno a significare l’appartenenza alla Human Tribe.

A finanziare il progetto è stata la Fondazione Banco di Napoli, mentre a coordinarlo è stato Giovanni Savino della cooperativa Il tappeto di Iqbal, da tempo impegnata con i giovani del territorio.

All’inaugurazione (prevista domani, venerdì 10 gennaio, ore 12), saranno presenti Patrizia Stasi (commissario della fondazione Banco di Napoli), l’assessora regionale all’Istruzione, Lucia Fortini, docenti e studenti delle tre scuole coinvolte nel progetto: Vittorino da Feltre, Cavalcanti e Rodinò.

Foto: pagina Facebook Jorit