Al Teatro Cilea tra passato e presente è di scena la qualità

151
Al Teatro Cilea tra passato e presente è di scena la qualità

Presentata la prossima stagione del Teatro Cilea che sarà inaugurata il primo novembre da Arturo Brachetti con “Solo”. Ecco tutti gli appuntamenti in calendario.

di Giuseppe Giorgio Una crescita davvero esaltante quella del teatro Cilea. “Un successo – come ha detto il direttore generale Mario Esposito – legato a dei numeri che per queste due prime stagioni hanno superato ogni aspettativa.

Con i 110 spettacoli e i 160mila spettatori dello scorso anno, possiamo essere più che soddisfatti. Un biennio incredibilmente positivo che tuttavia, considerato i primi tre anni di lavoro con Biagio Izzo del quale seguiamo ancora le orme, possiamo anche definire quinquennio”.

Il Cilea – ha aggiunto il direttore artistico Nando Mormone – si è trasformato in un punto di riferimento per la città e per quel tipo di pubblico che al divertimento ama abbinare la qualità e la cultura. Per le nostre scelte anche per la prossima stagione continueremo a mettere insieme il patrimonio artistico rappresentato dagli attori dalla consolidata esperienza con quelle nuove generazioni di oggi.

Ovvero, quelle nuove leve per le quali ci batteremo sempre per offrire loro la possibilità di imporsi. Il nostro punto di forza resteranno le produzioni e anche se il pubblico non si muove più da casa come una volta, insisteremo nell’investire sugli attori”.

Ed è con queste premesse e con le belle parole di Lello Arena ed Enzo Avitabile in rappresentanza del “Cilea Academy” che la prossima stagione, dopo uno spettacolo in regalo agli abbonati intitolato “Noi restiamo qui” con i trenta giovani attori dell’Accademia, sarà inaugurata il primo novembre da Arturo Brachetti con “Solo”.

“Finalmente – ha detto Mormone a proposito dell’arrivo del celebre trasformista – siamo riusciti a portare al Cilea Brachetti con  un lavoro che ha sbancato in tutto il mondo”.

A seguire dal 21 novembre, sarà il turno di Paolo Caiazzo, Maria Bolignano e Ciro Ceruti con “Fatti Unici”, lo spettacolo scaturito dalla fortunata serie televisiva Rai all’insegna della comicità con la regia di Lello Arena.  Dal 5 dicembre,  arriverà “Made in Sud Live” lo show napoletano condotto Da Stefano De Martino e Fatima Trotta con tutti gli artisti del popolare programma cult di raidue.

Giunti al 19 dicembre, sarà la volta di Biagio Izzo alle prese con la nuova commedia scritta e diretta da Eduardo Tartaglia “Tartassati dalle tasse” dove il protagonista, Innocenzo Tarallo, dovrà vedersela con le due parole “Equità” e “Italia” che messe insieme danno luogo ad un nome davvero doloroso.

Ad inaugurare il 2020 ci penserà, dal 16 gennaio, l’attore e regista Maurizio Casagrande con il suo spettacolo “Mostri a parte” mentre, dal 30 gennaio, Serena Autieri riproporrà la sua collaudata commedia musicale ispirata alle 4 giornate di Napoli scritta e diretta da Vincenzo Incenzo,  “Rosso Napoletano”.

Dal 13 febbraio grande ritorno dell’accoppiata Peppe Barra e Patrizio Trampetti con “Monsignore”. Una farsa in musica diretta da Lamberto Lambertini che ripercorre le gesta del celebre Monsignor Perrella  per un momento di teatro interamente rinnovato dove la musica e le canzoni prendono il sopravvento in un’atmosfera borbonica dal cuore antico.

Per il 27 febbraio grande attesa per lo spettacolo “Maurizio IV” con Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia. Un testo di Edoardo Erba per la regia dello stesso Guida che porta in scena l’essenza del grande Pirandello. Tutto rinnovato per lo show “La fabbrica dei sogni” con Sal Da Vinci che ha scritto il lavoro  insieme a Ciro Villano. Grandi scenografie, balletti e una grande orchestra per un allestimento dalle entusiasmanti prerogative.

Con Sal e la partecipazione di Fatima Trotta al pubblico sarà riservata una storia avvincente che partendo dalla cornice di un vecchio manicomio abbandonato proporrà le particolari vicende di un cantautore e della sua folle psichiatra. Infine, a chiudere la stagione in abbonamento (10 spettacoli più uno omaggio a soli 205 euro) saranno  “I ditelo voi”.

Il popolare trio formato dagli irresistibili Francesco De Fraia, Domenico Manfredi e Raffaele Ferrante che per festeggiare i primi 25 anni di attività presenteranno con “25annesimo Tour” una carrellata sui loro tipi più appaluditi e sugli  scketch più esilaranti per un’interminabile  girandola di risate.