Al Gran Caffè Gambrinus la città di Napoli incontra gli amici tedeschi di Emmendingen

1405

ll Gran Caffè Gambrinus è un locale antico di Napoli, quartiere Chiaia, che fa parte dell’Associazione Locali Storici d’Italia. Il suo nome deriva dal Re delle Fiandre Joannus Primus, patron della Birra. Gli arredi sono in stile Liberty ed i locali conservano quadri della fine dell’800 di artisti napoletani. I suoi saloni sono stati frequentati da personaggi come Gabriele D’Annunzio, Filippo Tommaso Marinetti, Salvatore Di Giacomo, Ferdinando Russo, Matile Serao, Edoardo Scarfoglio, Oscar Wilde. In una straordinaria serata il Gran Caffè ha ospitato i simpaticissimi amici di gabri11Emmendingen dalla Germania. Una serata speciale capace di unire la città di Napoli e quella del popolo tedesco, grazie soprattutto all’amicizia tra Arturo Sergio, amministratore del Caffè Gambrinus ed Oscar Guidone, assessore alla cultura del Comune Tedesco, che vive in Germania da oltre 40 anni. Cosi per suggellare il loro incontro, è stata creato un evento, una sorta di gemellaggio artistico. Da una parte la piccola orchestra della Foresta Nera , composta da 25 membri, Black Forest Tigers e dall’altra un gruppo artistico partenopeo, capitanato da due bravissimi attori e cantanti, Mario Aterrano ed Ettore Squillace. Uno spettacolo musicale con balletti gabri7e canzoni e tanti ospiti che hanno riscaldato l’atmosfera della festa. Madrina della serata, presentata dal giornalista e storico Giuseppe Giorgio, responsabile dell’ufficio stampa delllo storico locale, la professoressa Ursula Stumpe-Lockheimer, che circa un anno fa decise di affrontare un lungo viaggio dalla Germania a Napoli per donare al locale, in segno d’amore per Napoli, una bellissima e storica statua lignea rappresentante il Re Gambrinus. Degustazioni del profumato Caffè della casa, sfogliatelle e la tradizionale e spumeggiante Birra germanica con varie tipologie di wurstel, crauti e patatine, maionese, mostarda e ketchup. Per tutti alla presenza di Antonio e Michele Sergio, degli assessori Enrico Panini ed Alessandra Clemente, del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli ed una folta rappresentanza di stampa e televisione, una gabri10festa di musica e cibo nel segno della fratellanza tra le due città alla quale si è aggiunta la prorompente cantante ed attrice Thayla Orefice. In scaletta, oltre al repertorio musicale prevalentemente inglese degli ospiti tedeschi, un medley di canzoni, tra cui tante dedicate al caffè. Divertente è stato l’intervento della cantante napoletana che ha personificato ‘’la Sciantosa’’ artista del cafè-chantan. Ha proposto per la serata brani ed arie tratti da opere liriche o operette famose. Un tempo la Sciantosa era una figura di donna molto seducente, gabri4ammaliatrice e maliziosa con il pubblico e stasera Lilly è stata bravissima. In chiusura, uno dei due artisti ha vestito i panni del ‘o guappo ‘nnammurato di Raffaele Viviani, una rappresentazione accurata della camminata, la gestualità e l’aria impertinente del popolano che provoca il tutto. Poi il balletto “danceworks” e le coreografie dello stesso Squillace.

Dott.ssa Patrizia Zinno