A Palazzo Fondi la presentazione della stagione 2019-2020 di “Casa del Contemporaneo

337
A Palazzo Fondi la presentazione della stagione 2019-2020 di “Casa del Contemporaneo

Presentata la stagione 2019-2020 di “Casa del Contemporaneo”. Primo spettacolo in programma “Ronda degli Ammoniti”, di Enzo Moscato con Benedetto Casillo.

di Giuseppe Giorgio E’ stato il cortile del monumentale Palazzo Fondi a fare da cornice alla presentazione della stagione 2019-2020 di “Casa del Contemporaneo”.

Un momento di grande interesse per una forza artistica sinonimo di crescente sensibilità nei riguardi della contemporaneità,  capace di evidenziare il lavoro di realtà come l’ex Teatro Nuovo- Fondazione Salerno Contemporanea, diretta da Igina Di Napoli, il Teatro dei Piccoli- Le Nuvole, diretto da Giovanni Petrone, la Compagnia Teatrale di Enzo Moscato, lo spazio TK di Castellammare di Stabia ed il Teatro Ghirelli di Salerno.

Un progetto sinergico che vede impegnati a livello produttivo e coproduttivo, oltre allo straordinario protagonista della scena europea, Moscato, i giovanissimi della compagnia 024, Tonino Taiuti e Lino Musella, Fabio Cocifoglia, Rosario Sparno, Benedetto Sicca e Tommaso Tuzzoli, Cristina Donadio e Vincenza Modica.

A Palazzo Fondi la presentazione della stagione 2019-2020 di “Casa del Contemporaneo

Casa del Contemporaneo – ha spiegato la direttrice artistica, Igina Di Napoli – intende assumere il carattere di un centro di produzione di un teatro per tutte le età capace di ribadire la sua centralità ed i suoi contenuti attraverso una sempre maggiore operosità. Ciò per affermare il desiderio di una stagione dinamica all’insegna delle nuove generazioni ed in grado di lasciarsi alle spalle anche il termine desueto della sperimentazione”.

Ed è stata la stessa prima sostenitrice del progetto, Di Napoli, seduta dinanzi al settecentesco scalone vanvitelliano dello storico palazzo di via Medina, ad anticipare i temi della prossima stagione in abbonamento.

La stessa che sarà inaugurata alla Sala Assoli dal 7 novembre, con “Ronda degli Ammoniti”, lo spettacolo di Enzo Moscato con Benedetto Casillo e un gruppo di nove attori che si posiziona tra i più attesi  della nuova edizione del “Napoli Teatro Festival Italia”.

Una partenza, quella affidata ad Enzo Moscato, che vede “Casa del Contemporaneo”, puntare su di un teatro di poesia ma anche di denuncia e di impegno. “Il teatro – ha detto lo stesso attore e commediografo –  è resistenza al di là di tutto e  la ricchezza di questa stagione lo dimostra”.

Sempre a novembre, sarà il turno di “Nostalgia delle cose impossibili”, rito sonoro di e con Mariangela Gualtieri con la guida di Cesare Ronconi mentre ad inaugurare il 2020 sarà “Play Duett 2” di e con Tonino Taiuti e Lino Musella. A seguire, altro imperdibile appuntamento con Mimmo Borrelli che presenterà “Napucalisse”, oratorio in lettura.

Per “Casa del Contemporaneo” è in programma anche una particolare commistione  tra cinema e teatro con “The sense of life for a single man” tratto da Christopher Isherwood e diretto da Pasquale Marrazzo, seguito da “Urania d’agosto” di Lucia Calamaro per la regia di Davide Iodice.

A completare la stagione in abbonamento saranno, infine, gli spettacoli: “Non domandarmi di me, Marta Mia”, di Katia Ippaso, “Svegliami” di Michele Santeramo con Maurizio Donadoni per la regia di Roberto Bacci e “Dialoghi degli dei”, uno spettacolo de I Sacchi di Sabbia e Massimiliano Civica.

Ancora, nella  volontà comune di proporre una forma di teatro in grado di coniugare qualità e fruibilità per un pubbico di tutte le età, per il prossimo cartellone di “CdC” vi saranno anche sei spettacoli denominati “Young” curati da Morena Pauro, nati in collaborazione con le Nuvole e pensati per un pubblico di bambini e ragazzi dai 2 anni in poi.

Non mancheranno le rassegne che, in programma alla sala Assoli, avranno i titoli di “Assoli di Scienza”, “Visionarie”, “Fuori Controllo”, “Dicembre solo Danza”, “Femminile Palestinese”, “Rapsodia Underground”, “Anteprime di stagione” e “On Stage! Festival Reloaded”.

Parlando dei  progetti in condivisione con il Teatro Nuovo per la prossima stagione arriveranno anche Pino Carbone, nella Sala Assoli con “Penelopeulisse” e “Barbablugiuditta”, ed al Teatro Nuovo con “Assedio” ed ancora Mimmo Borrelli che dopo la Sala Assoli con “Napucalisse”, sarà in scena al Teatro Nuovo con “Malacrescita”.

Da segnalare anche le “Anteprime di stagione con “Casting per un film dal Woyzeck” di Maurizio Braucci per la regia di Annalisa D’Amato ed Antonello Cossia con “I fazzoletti di tutti gli addii”, i “Lab_oratori” condotti da Enzo Moscato, Cristina Donadio, Tonino Taiuti, Vincenza Modica, Sara Lupoli, Francesco Saponaro, Benedetto Sicca e Virgilio Sieni ed “Il Sabato della Fotografia” a cura di Pino Miraglia.