Cronaca di Napoli. Arrestato per corruzione Ciro Verdoliva, DG del Cardarelli

0
846
Cronaca di Napoli. Arrestato Ciro Verdoliva, DG del Cardarelli

Cronaca di Napoli. Il manager del Cardarelli Ciro Verdoliva ai domiciliari per corruzione. Al suo posto De Luca ha scelto Franco Paradiso.

di Luigi Maria Mormone Ciro Verdoliva, direttore generale del Cardarelli, è agli arresti domiciliari. Il manager del più grande ospedale del Sud Italia è accusato di abuso e corruzione, nell’ambito di una inchiesta legata alla gestione di un appalto sulla pulizia, per la quale è agli arresti domiciliari anche l’imprenditore Alfredo Romeo (per un totale di 16 persone indagate). Per la Procura di Napoli, Verdoliva avrebbe svolto un ruolo decisivo in una fitta trama di contatti con Romeo, accusato di corruzione nell’ambito del filone napoletano dell’inchiesta che avrebbe poi condotto alle indagini Consip. A Verdoliva viene imputato soprattutto un aspetto: non aver preso i dovuti provvedimenti in seguito a segnalazioni da parte dei vertici della pubblica amministrazione napoletana, riguardanti presunte criticità nella gestione dell’appalto.Cronaca di Napoli, arrestato direttore generale del Cardarelli Verdoliva Questa vicenda giudiziaria ha costretto il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, Commissario straordinario alla sanità, a cercare rapidamente un sostituto di Verdoliva, figura centrale anche per il complesso decollo dell’Ospedale del mare (di cui il manager era dal 2009 Commissario ad acta). De Luca ha infatti affidato la guida del Cardarelli al direttore sanitario aziendale Franco Paradiso, facendo nello stesso tempo richiesta al manager della Asl Napoli 1, Mario Forlenza, di individuare un sostituto di Verdoliva, che possa essere anche in grado di completare le procedure tecnico-amministrative necessarie all’apertura completa dell’Ospedale del Mare secondo i programmi stabiliti, ovvero inizio 2018. Ma è chiaro che questa vicenda di cronaca potrebbe influire anche su quest’altro aspetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here