Protezione Civile, diretta dati aggiornati 31 marzo h. 18,00. Calo dei contagi [VIDEO]

370
Coronavirus, Protezione Civile: i dati di oggi 12 aprile. Nuovo calo nelle terapie intensive

Diretta conferenza stampa della Protezione Civile del 31 marzo h. 18,00. Nuovi aggiornamenti sul coronavirus in Italia. Calo generale dei contagi. Oggi 2.107 casi positivi e 1.590 persone guarite.

Sono 4.023 i malati di covid-19 ricoverati in terapia intensiva ad oggi. Lo ha comunicato il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, nel consueto punto stampa di aggiornamento, precisando che dei totali 77.635 casi positivi al coronavirus, 28.192 sono ricoverati con sintomi, 45.420 sono in isolamento domiciliare e 4.023 in terapia intensiva, erano ieri 3.981.

Il numero totale dei casi da inizio emergenza – inclusi i guariti (15.729) e i deceduti (12.428). Il totale sale a 105.792, +4.053 da ieri.  “Oggi registriamo 837 deceduti“. Lieve ripresa positivi​ che salgono a 2.107 i nuovi positivi da coronavirus, in leggera ripresa rispetto ai 1.648 casi registrati ieri (77.635 casi totali).

In lieve aumento anche i decessi passati a 837 rispetto agli 812 registrati ieri (12.428). Continua ad essere superiore a mille (1.109) il numero dei guariti seppur in calo rispetto al record di ieri pari a 1.590 pazienti guariti (15.729). Lo ha comunicato il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, nella conferenza stampa quotidiana.

Nel dettaglio i dati delle Regioni

I casi attualmente positivi sono 25.124 in Lombardia, 10.953 in Emilia-Romagna, 7.850 in Veneto, 8.082 in Piemonte, 4.226 in Toscana, 3.352 nelle Marche, 2.508 in Liguria, 2.642 nel Lazio, 1.871 in Campania, 1.389 nella Provincia autonoma di Trento, 1.654 in Puglia, 1.160 in Friuli Venezia Giulia, 1.492 in Sicilia, 1.191 in Abruzzo, 1.142 nella Provincia autonoma di Bolzano, 851 in Umbria, 657 in Sardegna, 606 in Calabria, 552 in Valle d’Aosta, 216 in Basilicata e 117 in Molise.

Se vogliamo sconfiggere questo virus dobbiamo continuare a mantenere il distanziamento sociale. Questa regola deve essere ferrea”.

SEGUI LA DIRETTA ⇓