domenica, Aprile 11, 2021

Covid 19 in Italia, nuovo DPCM dal 6 marzo al 6 aprile: ecco i punti salienti

- Advertisement -

Notizie più lette

Covid 19 in Italia, nuovo DPCM dal 6 marzo al 6 aprile: ecco i punti salienti
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Covid 19 in Italia: il prossimo DPCM includerà anche la Pasqua (che ricorrerà domenica 4 aprile). Dai ristoranti ai teatri, ecco i punti salienti del decreto.

- Advertisement -

Il primo DPCM firmato da Mario Draghi durerà dal 6 marzo al 6 aprile, includendo dunque tutto il periodo della Pasqua (che ricorrerà domenica 4 aprile).

Ad annunciarlo è stato il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenuto al Senato per fare il punto sulle prossime misure di contrasto alla pandemia da Covid 19.Covid 19 in Italia, nuovo DPCM dal 6 marzo al 6 aprile: ecco i punti salienti Il Ministro invita ancora una volta a non abbassare la guardia: “Le terapie intensive sono sopra la soglia critica in cinque regioni e l’indice RT si avvia a superare la soglia di 1. La presenza delle varianti condiziona l’epidemia. Quella inglese sarà prevalente”.

Per quanto riguarda la campagna vaccinale, Speranza sottolinea che gli obiettivi sono tre, ovvero “anziani, fragili e personale dei servizi. Sarà decisiva la consegna puntuale delle dosi e l’Italia non si rassegna alla riduzione”.

Nuovo DPCM, dai ristoranti agli spostamenti tra regioni: ecco i punti salienti

Come riporta “Corriere.it”, la linea già tracciata prevede misure rigorose per fermare i contagi causati dalle varianti, con la creazione di altre zone rosse dove si va in lockdown, oppure “arancione scuro”, dove la circolazione è limitata.

Le ordinanze sul cambio di fascia saranno operative dal lunedì (e non più dalla domenica) per consentire una migliore organizzazione a cittadini e negozianti. La volontà è dunque quella di comunicare con largo anticipo ai cittadini tutte le decisioni (in questo caso il nuovo DPCM dovrebbe essere annunciato lunedì 1° marzo). Ecco i principali provvedimenti.

Ristoranti

Nonostante le richieste che arrivano dalla Lega, da alcuni governatori e dalle associazioni di categoria, l’apertura serale dei ristoranti in fascia gialla non appare imminente.Covid 19 in Italia, nuovo DPCM dal 6 marzo al 6 aprile: ecco i punti salienti Troppo alto (secondo gli scienziati) il rischio causato dalla circolazione delle persone e soprattutto dagli assembramenti.

Piscine e palestre

Il Cts ha già raccomandato la massima cautela per la ripresa delle attività sportive e dunque anche palestre e piscine continueranno a rimanere chiuse.Covid 19 in Italia, nuovo DPCM dal 6 marzo al 6 aprile: ecco i punti salienti Si sta valutando la possibilità di autorizzare esclusivamente le lezioni individuali, ma anche in questo caso la scelta dipenderà dall’andamento dei contagi.

Musei

Covid 19 in Italia, nuovo DPCM dal 6 marzo al 6 aprile: ecco i punti salienti

Il ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha chiesto al Cts un parere affinché i musei, i parchi archeologici e le mostre possano rimanere aperti anche nel fine settimana e non soltanto nei giorni feriali. La risposta degli scienziati arriverà domani.

Cinema e teatri

Per il 27 marzo, giornata mondiale del teatro, Franceschini vorrebbe la riapertura delle sale italiane.Covid 19 in Italia, nuovo DPCM dal 6 marzo al 6 aprile: ecco i punti salienti Il protocollo depositato ieri al Comitato tecnico scientifico prevede regole più severe: mascherina Ffp2 obbligatoria sempre, biglietti nominativi prenotati online per consentire il tracciamento ed evitare il pagamento alle casse, sanificazione al termine di ogni spettacolo, ultima visione entro le 22, ingressi contingentati.

Nonostante queste prescrizioni e i numerosi appelli alla riapertura, anche in questo caso resta l’incertezza.

Seconde case

Chi vive in fascia gialla e in fascia arancione può andare nelle seconde case anche se si trovano fuori regione. Non si può invece andare in una seconda casa che si trova in fascia “arancione scuro” e in zona rossa.

Chi vive in fascia “arancione scuro” e in zona rossa non può uscire dal comune di residenza e dunque non può andare nelle seconde case, anche se si trovano in fascia gialla o in fascia arancione.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie