domenica, Agosto 14, 2022

Covid 19, De Luca sempre più fiducioso: “Campania verso la zona bianca” (VIDEO)

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Covid 19 in Campania: il governatore Vincenzo De Luca sottolinea l’ulteriore miglioramento della situazione sanitaria. Si va verso il ripristino delle attività ordinarie negli ospedali: “Serve una forte ripresa degli screening oncologici”.

Nel corso della consueta diretta Facebook del venerdì, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, sottolinea come si stia pian piano uscendo dal tunnel del Covid 19: “La situazione va rapidamente migliorando, credo che ci stiamo avvicinando decisamente alla fuoriuscita dall’epidemia e cominciamo ad imboccare la strada di un ritorno alla normalità -rimarca il numero uno di Palazzo Santa Lucia –

Credo che dopo la prossima settimana la regione potrà tornare in zona bianca, sono quasi due settimane che il tasso di occupazione della intensiva è al di di sotto del 10% posti letto. La linea di rigore della regione Campania produce risultati significativi”.

La normalità è dunque vicina anche per gli ospedali, per cui, prosegue il governatore, “se la situazione prosegue così, credo già per fine mese potremo cominciare a riaprire reparti che avevamo chiuso per curare pazienti Covid. Stiamo lavorando per prepararci al futuro e al ritorno alle attività ordinarie, a cominciare da una ripresa forte per prevenzione e screening oncologici. Dobbiamo recuperare i ritardi accumulati, che sono gravi e che non possiamo tollerare un minuto di più”.

Per il futuro è inoltre in cantiere “la realizzazione del piano per 169 case di comunità. Dobbiamo presentarlo al governo entro febbraio, è un programma gigantesco che va realizzato entro il 2026. 45 ospedali di comunità, centrali operative territoriali, saremo impegnati nei prossimi mesi, anni in uno sforzo gigantesco per realizzare la medicina territoriale, più vicina ai cittadini per evitare ricoveri continui e non appropriati”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie