venerdì, Settembre 24, 2021

Cosa sono le criptovalute e come funzionano

- Advertisement -

Notizie più lette

Cosa sono le criptovalute e come funzionano
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

In questo articolo andiamo ad illustrare le caratteristiche delle criptovalute e di renderle più comprensibili per gli utenti più inesperti.

Negli ultimi anni è capitato sempre più spesso di sentir parlare di criptovalute, e queste omai sono entrate a far parte degli asset su cui è possibile investire tramite trading online. Non tutti però sanno cosa siano in realtà e come queste funzionino, infatti molti sono gli articoli e i siti web che si prefissano di chiarire le idee degli utenti a riguardo, come ad esempio Criptovalute24.com.

In questo articolo andiamo ad illustrare le caratteristiche delle criptovalute e di renderle più comprensibili per gli utenti più inesperti.

Criptovalute: cosa sono?

Esse sono delle vere e proprio valute, che però sono decentralizzate e basate sulla crittografia che ne garantisce la sicurezza. Le criptovalute consentono di fare dei pagamenti online in sicurezza e senza intermediari.

Si basano sullo schema proof-of-work che permette di evitare truffe e contraffazioni che sono sempre in agguato sul web e in particolare nel mondo del trading online. Oltre allo schema proof-of-work, le criptovalute si basano anche sullo schema peer-to-peer (p2p), che funziona grazie ai nodi rappresentati dai computer presenti in giro per il mondo.

La prima criptovaluta inventata è stata il Bitcoin, ma ad oggi se ne contano più di 1000 anche se quest’ultima resta senza dubbio la più celebre. Gran parte di queste criptovalute sono state progettate con l’obiettivo di emettere un numero finito di nuove unità in maniera graduale nel tempo. Per quanto riguarda i Bitcoin infatti, ad esempio, il numero massimo di unità tende ai 21 milioni e si stima che verrà raggiunto dopo il 2030.

È proprio qui che sta la più grande differenza con le monete centrali: se infatti queste vengono controllate dalle banche centrali che ne controllano il costo tramite il processo di stampa, le criptovalute sono completamente libere e i governi non possono intervenire in nessun modo su di esse.

Un altro vantaggio delle criptovalute è il fatto che queste consentono di inviare e ricevere denaro con commissioni bassissime. Queste vengono incassate dai computer detti miners che sono estremamente sicuri grazie a algoritmi matematici.

La storia delle criptovalute

Parlando della criptovaluta per eccellenza, appunto Bitcoin, diciamo che questa viene presentata per la prima volta nel 2009 da Satoshi Nakamoto, che è in realtà uno pseudonimo e quindi il suo vero creatore è tutt’oggi ancora anonimo.

Stesso nel 2009 il Bitcoin comincia a funzionare, e ad oggi è arrivato ad essere accettato da più di 100.000 negozianti. Le commissioni dei Bitcoin si aggirano intorno allo 0-2%, che rappresentano un grosso risparmio rispetto a quelle delle carte di credito, che invece ammontano intorno al 2-3%.

Molte altre criptovalute sono state introdotte sul mercato dopo Bitcoin, e forse quella più degna di nota e che in poco tempo ha quasi eguagliato la fama di quest’ultima, è Ethereum, la quale vede la luce nel 2013.La sua innovazione sono gli smart contracts, che sono dei protocolli che consentono di far rispettare dei contratti senza l’utilizzo di clausole.

Altre importanti criptovalute sono:

  • Ripple: anch’essa nata nel 2013, risulta essere molto diversa dalle precedenti, in quanto è più adatta a banche e grandi istituzioni, le quali possono abbassare notevolmente i costi di gestione grazie ad essa.

  • Litecoin: una delle prime dopo Bitocin,questa criptovaluta deriva il suo codice proprio dalla capostipite essendo un vero e proprio fork.

  • Stellar: questa criptovaluta è stata pensata per istituzioni e privati e il suo obiettivo è diventare un sistema di pagamento semplice da utilizzare in tutto il mondo.

Inoltre possiamo ricordare anche un paio di criptovalute emergenti:

  • NEO: fondata da HongFei e Erik Zhang, questa criptovaluta si bsa sulla blockchain e ha come obiettivo lo sviluppo di una smart economy e contratti smart attraverso cui gestire asset digitalizzati.

  • Tron: obiettivo di quest’altra criptovaluta è invece quello di distribuire contenuti per l’intrattenimento digitale.

Sulle criptovalute è ovviamente anche possibile investire, ed essendo un settore in costante crescita ed espansione, questo tipo di investimento rappresenta al momento uno dei più consigliati e redditizi, se effettuato tramite opportune piattaforme di broker online e opportune strategie di mercato.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie