sabato, Marzo 6, 2021

Coronavirus, Fase 2: si lavora per la riapertura di palestre e piscine a maggio

- Advertisement -

Notizie più lette

Coronavirus, Fase 2: si lavora per la riapertura di palestre e piscine a maggio
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Fase 2: il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha dichiarato che il Governo sta lavorando per dare l’ok alla riapertura di palestre, piscine e centri danza nel mese di maggio.

- Advertisement -

Se il futuro del campionato di calcio è fortemente in bilico nonostante l’ok alla ripresa degli allenamenti dal 18 maggio, dall’altro lato il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, si è invece detto possibilista sulla riapertura di palestre, piscine e centri danza dal mese di maggio.

A “Omnibus”, Spadafora ha spiegato che quest’ultimo punto rappresenta un obiettivo del Governo, per cui sono in corso i lavori per studiare un protocollo che possa permettere la riapertura degli impianti sportivi in sicurezza nella fase 2:Coronavirus, Fase 2: si lavora per la riapertura di palestre e piscine a maggio Stiamo lavorando al protocollo per la riapertura delle palestre, dei centri danza e di tutti i centri sportivi del territorio, lo sottoporremo quanto prima al Comitato tecnico-scientifico, perché a maggio vorrei tanto che riaprissero in sicurezza anche questi altri centri, insieme ovviamente a tutti gli sport di squadra, al calcio e a tutti gli altri”, ha detto il ministro aprendo uno spiraglio sul riavvio dello sport di base.

Inoltre, continua Spadafora, “dobbiamo consentire a tutti di tornare all’attività e le strutture più piccole, che magari non avranno le risorse per potersi mettere in regola per tutte le misure sanitarie dovranno essere aiutate da un fondo che io sto creando nel decreto di aprile che nei prossimi giorni ci auguriamo di approvare nel consiglio dei Ministri”.

Sui bonus per i collaboratori sportivi, Spadafora ha infine sottolineato che “da ieri abbiamo iniziato i 7.300 bonifici, ovviamente sono state “bonificate” tutte le pratiche risultate corrette e complete, dunque è probabile che chi non ha ancora completato la pratica verrà pagato nel momento successivo. Per tutti quelli che hanno fatto domanda, indipendentemente dal reddito dello scorso anno, abbiamo trovato risorse per finanziare ed erogare il contributo per tutti i lavoratori sportivi”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie