Consiglio comunale, Alessandro Fucito eletto presidente

592

Il nuovo Consiglio Comunale si è riunito nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino, Presieduto dal consigliere anziano Gabriele Mundo, ha convalidato gli eletti ed affrontato il secondo punto all’ordine dei lavori, l’elezione del Presidente dell’Assemblea. Alla terza votazione è stato eletto – con 27 voti – il consigliere Alessandro Fucito. Prima della votazione per i due Vice Presidente, i lavori sono stati brevemente sospesi.

Nella  Sala dei Baroni al Maschio Angioino la prima seduta del nuovo Consiglio Comunale è iniziata sotto la presidenza del consigliere anziano Gabriele Mundo. All’appello hanno risposto 40 consiglieri (il presidente Mundo ha comunicato che il consigliere Lettieri ha giustificato la propria assenza).

Un minuto di raccoglimento è stato osservato dal Consiglio per ricordare le vittime dell’incidente ferroviario avvenuto in Puglia e dell’attentato terroristico di Nizza. Il primo punto all’ordine dei lavori prevede l’esame delle condizioni di eleggibilità e compatibilità dei consiglieri eletti, adempimento che è stato effettuato, all’unanimità, con la presa d’atto iniziale dell’incompatibilità dei consiglieri eletti nominati assessori (Ciro Borriello e Alessandra Clemente) ai quali sono subentrati in Consiglio Pietro Rinaldi e Luigi Felaco.

Il presidente Mundo ha introdotto il secondo punto all’ordine dei lavori – l’elezione del Presidente del Consiglio comunale – dicendosi onorato della possibilità di presiedere la prima seduta, ha dato il benvenuto alle consigliere e ai consiglieri, rivolgendo un particolare rivolto saluto alle due parlamentari consigliere, Carfagna e Valente; ha quindi augurato buon lavoro a tutti ed invitato al confronto e alla collaborazione, rivolgendo al Sindaco l’augurio di buon lavoro, essendo il Sindaco di una grande città al quale i cittadini hanno riconosciuto, conferendogli il secondo mandato, di aver ben lavorato.

E’ quindi iniziata la votazione, a scrutinio segreto, per l’elezione del Presidente del Consiglio (per la quale sono necessari i 4/5 dei voti nelle prime due votazioni e, dalla terza, la maggioranza assoluta).

Nella prima e seconda votazione, nessun consigliere ha raggiunto il quorum necessario (in entrambe il più votato, con 24 voti, è stato il consigliere Alessandro Fucito). Alla terza votazione è stato eletto Presidente Alessandro Fucito – con 27 voti – che ha immediatamente assunto la presidenza dell’Aula . foto com 57 IIn un breve saluto, il presidente Fucito ha ringraziato, sottolineato con piacere di aver riportato, oltre che i voti della maggioranza, anche quelli di una parte delle opposizioni. Ha ringraziato il consigliere anziano Mundo ed ha enunciato lo spirito con il quale si accinge a ricoprire il ruolo: essere interprete della diversità e dell’importanza dell’assemblea elettiva, che ha il ruolo di rappresentare le istanze dei cittadini e di indirizzare l’attività dell’amministrazione. Un ruolo particolarmente importante in un momento in cui sembrano prevalere astensionismo, non partecipazione, disillusione rispetto alla politica.  Dopo aver rivolto un affettuoso saluto al presidente del precedente Consiglio, Raimondo Pasquino, Fucito ha ringraziato il Sindaco, che rappresenta le nuove esigenze e che, rotti gli equilibri del passato, garantisce l’ unità tra territori, e la domanda di nuova partecipazione e di democrazia diffusa.

Ha concluso rivolgendo un pensiero al Mediterraneo in guerra, ribadendo i valori della pace e della fratellanza, e richiamando l’impegno a mettere al primo posto, nel lavoro di presidente, il bisogno degli ultimi.

Dopo una sospensione di 10 minuti i lavori sono ripresi con l’elezione dei due Vice Presidenti.