lunedì, Gennaio 24, 2022

Circolo Posillipo: Vincenzo Semeraro è stato confermato presidente

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Circolo Posillipo: Semeraro batte lo sfidante Franco Porzio e resta presidente del glorioso sodalizio partenopeo.

Sarà ancora Vincenzo Semeraro il presidente del Circolo Posillipo. Si è infatti conclusa con il successo del dirigente, da tre mesi dimissionario, l’elezione per la carica più importante del glorioso sodalizio partenopeo (importante pezzo della storia sportiva di Napoli con i suoi 94 anni). Con 270 voti, Semeraro ha battuto lo sfidante Franco Porzio (ex olimpionico di pallanuoto fermatosi a 106 preferenze), mentre 76 sono state le schede bianche o nulle.

I votanti sono stati dunque ben 453, un numero davvero altissimo di soci: “Ed è la prima vittoria del circolo – ha dichiarato Semeraro a “Il Mattino”- come spiego una così grande partecipazione e una vittoria così schiacciante? Semplice, perché ho lavorato tanto e sono disponibile con tutti i soci che qui vogliono sentirsi a casa”.Circolo Posillipo: Vincenzo Semeraro è stato confermato presidente Tra le problematiche da affrontare c’è innanzitutto l’acquisto della sede. Il Governo sembra andare incontro al Posillipo ed al Tc Napoli, altro circolo imbrigliato nelle problematiche di un accordo scaduto: “Grazie all’ultimo decreto del Governo – spiega ancora Semeraro – il Comune di Napoli potrebbe non essere più costretto a vendere i gioielli di famiglia e ciò aprirebbe a un nuovo rinnovo della concessione come quella del 1928. Se questa strada fosse perseguibile spero al più presto di potermi mettere a tavolino per definire il tutto”.

Anche la questione del socio benefattore che ha prestato 300mila euro al circolo per permettere di far scattare la prelazione è per Semeraro un falso problema, visto che “quei soldi non li abbiamo noi ma sono presso il Comune. Ora in base a come si sviluppa la vicenda prenderemo le decisioni del caso. Fermo restando che il debito sarà onorato”. Il presidente del sodalizio partenopeo ha inoltre smentito le voci sugli aumenti delle quote sociali.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie