Nastri d’argento: oltre 20 nomination per il cinema made in Napoli

214
Nastri d’argento: oltre 20 nomination per il cinema made in Napoli

Nastri d’argento 2019: raffica di nomination per il cinema partenopeo. La paranza dei bambini candidato a miglior film, De Angelis a miglior regista per Il vizio della speranza.

Come già accaduto per i David di Donatello, il cinema napoletano ha fatto collezione di nomination, più di 20, anche per un altro prestigioso premio, i Nastri d’argento 2019 (assegnati dal Sindacato nazionale giornalisti cinematografici), la cui premiazione si terrà il 29 giugno al Teatro Antico di Taormina (e andrà in onda il 5 luglio, in seconda serata, su Rai 1).

A contendersi il premio di miglior film con, tra gli altri, Il traditore di Marco Bellocchio (ben 11 candidature e già applauditissimo a Cannes), c’è anche La paranza dei bambini. Per il film di Claudio Giovannesi interamente girato a Napoli, tratto dal romanzo di Roberto Saviano che ha scritto il film con Maurizio Braucci, già vincitori dell’Orso d’Argento a Berlino per la miglior sceneggiatura, 8 nomination.

A pari merito, ma in diverse categorie, Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis, candidato miglior regista con, tra gli altri, Giovannesi, Mario Martone per Capri- Revolution e la napoletana Valeria Golino con “Euforia”, unica donna nella sezione che vede sette finalisti.Nastri d’argento: oltre 20 nomination per il cinema made in Napoli Il vizio della speranza è anche candidato per la miglior sceneggiatura scritta da De Angelis con Umberto Contarello, sceneggiatore di Paolo Sorrentino, per la miglior attrice Pina Turco, per la miglior attrice non protagonista Marina Confalone (già premiata per lo stesso ruolo con il David di Donatello), oltre che per la miglior scenografia firmata da Carmine Guarino, per la miglior colonna sonora e per la miglior canzone “‘A speranza” Enzo Avitabile.Nastri d’argento: oltre 20 nomination per il cinema made in Napoli Marianna Fontana (rivelazione in Indivisibili dello stesso De Angelis con la sorella gemella, Angela), è stata scelta da Mario Martone per interpretare la capraia di inizio ‘900 che sull’isola azzurra scopre la comune hippie ante litteram di Capri- Revolution: anche lei è candidata come migliore attrice (in totale ci sono 7 nomination per il film di Martone).