Addio all’attore Jimmy il Fenomeno, volto di tante commedie

504
Addio all’attore Jimmy il Fenomeno, volto di tante commedie

Jimmy il Fenomeno (all’anagrafe Luigi Origene Soffrano) si è spento a 86 anni in una casa di cura per anziani.

È morto all’età di 86 anni uno dei caratteristi più famosi del cinema italiano, Jimmy il Fenomeno. L’attore pugliese Luigi Origene Soffrano (questo il suo vero nome) era noto al grande pubblico per la parlata in dialetto con “toni altissimi” e soprattutto per il suo sguardo volutamente strabico, che l’ha reso una vera e propria icona di tante commedie all’italiana.

In 50 anni di carriera ha recitato in 150 film: da quelli di Totò (“Il monaco di Monza”) e Aldo Fabrizi, fino alle commedie degli anni ’70 e ’80. Tra i titoli più famosi in cui è comparso, ricordiamo Fantozzi, Il bisbetico domato, Innamorato pazzo, “Acqua e sapone” e “Il ragazzo di campagna”, tutte pellicole rimaste nel cuore di tanti appassionati di cinema.Addio all’attore Jimmy il Fenomeno, volto di tante commedie Negli anni 80 sbarca anche in televisione, diventando spalla di Ezio Greggio nella trasmissione cult Drive in: tra le altre cose, interpretava, in uno sketch surreale, “il portachiavi del Milan”, vinto dai concorrenti di “Testa di quiz”, di cui Greggio era il conduttore. Jimmy il Fenomeno era inoltre diventato un personaggio amato anche oltre il cinema, tanto che per anni è stato un ospite fisso del calciomercato, dove lo società lo invitavano considerandolo un portafortuna.

La sua carriera fu bruscamente interrotta per problemi di salute negli anni ’90, che lo costrinsero alla sedia a rotelle. Dal 2003 viveva in una casa per anziani a Milano. Caduto in povertà ma amatissimo anche nell’epoca dei social network, nel 2010 chiese anche un aiuto economico allo Stato, affinchè gli venisse riconosciuto il sovvenzionamento della legge Bacchelli. I funerali si svolgeranno oggi alle 11.