Carpisa, annuncio di lavoro gratis se compri una borsa

0
894
L’azienda venderà migliaia di borse alle candidate a un posto da stagista per un mese all’ufficio marketing di Napoli.

L’annuncio di Carpisa dice: “Se vuoi vendere le nostre borse, comprane una”. L’azienda venderà migliaia di borse alle candidate a un posto da stagista.

Migliaia di ragazze disoccupate  hanno letto del concorso lanciato da Carpisa, azienda che vanta 600 punti vendita in franchising in tutto il mondo. Più negozi che dipendenti: 500 gli assunti, gli altri stagisti messi a vendere le borse del marchio. L’annuncio dice: “Se vuoi vendere le nostre borse, comprane una”. L’azienda venderà migliaia di borse alle candidate a un posto da stagista per un mese all’ufficio marketing di Napoli.

Per partecipare, bisogna avere meno di 30 anni, acquistare una borsa della nuova collezione, inviare il codice stampato sullo scontrino e un brillante piano di comunicazione per il marchio elaborato da ciascuna delle candidate.

carpisaI tempi sono cambiati ancora, ancora in peggio: ora occorre comprare per lavorare gratis. Negli anni, il lavoro gratuito e sottopagato è stato legalizzato e incentivato con le leggi più fantasiose: alternanza-scuola lavoro, lavori socialmente utili imposti ai richiedenti asilo, i voucher che hanno condannato 1,4 milioni di lavoratori a percepire in media un compenso inferiore ai 500 euro all’anno. Anche quando il futuro è già passato: il 22 per cento degli stagisti ha più di 35 anni. Il 14 per cento sul totale ha più di 45 anni.

Stagisti pagati poche centinaia di euro al mese per svolgere le stesse mansioni per le quali, una volta, l’azienda era tenuta a pagare uno stipendio. In cinque anni il numero degli stagisti è aumentato del 116 per cento.

Quasi nessuno viene poi assunto (meno di uno su 10) quasi tutti sostituiti da un nuovo stagista. Invece di contrastare l’abuso, i governi lo hanno sanato. Compreso questo, che è venuto incontro alle richieste di Confindustria mantenendo la retribuzione minima per lo stage a soli 300 euro al mese e raddoppiando la durata massima a un anno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here