Capodanno a Napoli, fondi della tassa di soggiorno per il concertone

0
932
Capodanno a Napoli, fondi della tassa di soggiorno per il concertone

Capodanno a Napoli. Il Comune attingerà ai fondi della tassa di soggiorno (circa 300000 euro) per l’organizzazione del concerto della serata di San Silvestro.

di Luigi Maria Mormone – Il Comune sta provando in tutti i modi ad organizzare il concerto di Capodanno a Napoli, nonostante le enormi difficoltà economiche da affrontare. Non ci sono stati ancora contatti con nessun artista, se si esclude Fiorella Mannoia, la quale però nella serata di San Silvestro terrà con tutta probabilità un concerto a Salerno. L’incertezza sui fondi spinge cantanti e musicisti a orientarsi verso altre piazze. Palazzo San Giacomo (con in testa il sindaco Luigi de Magistris), cercherà di salvare uno degli appuntamenti più attesi dai napoletani puntando ai fondi della tassa di soggiorno, attingendo quindi ad una parte del ricavato dall’imposta turistica.Luigi de Magistris a convegno “no vax”, ordine di medici contrario L’accertamento sulla tassa, risalente all’ultimo rendiconto approvato dal Consiglio comunale, è di quasi 6 milioni di euro, con un aumento di circa un milione e mezzo rispetto all’anno precedente. Una parte delle risorse, circa 500000 euro, serviranno per le luminarie, poco meno di 300000 euro saranno impiegati per la serata del 31 dicembre. “Abbiamo appena sbloccato la situazione relativa ai fondi – spiegano fonti del Comune di Napoli a “Il Mattino” – Purtroppo le difficoltà economiche dell’ente sono note. Utilizzeremo una piccola parte del ricavato dell’imposta di soggiorno, trattandosi di una tassa vincolata. A giorni pubblicheremo le manifestazioni di interesse”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here