28-10-20 | 09:15

Camorra, blitz contro clan Belforte e Piccolo-Letizia: 38 arresti

Home Cronaca di Caserta Camorra, blitz contro clan Belforte e Piccolo-Letizia: 38 arresti
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Ultime notizie Benevento: 14enne si spara con pistola del padre

Benevento news:  14enne si spara con la pistola del padre, è grave Si esclude il gesto volontario, sarebbe stato un incidente. Un quattordicenne di Vallata,...
55f753ac4fd0bf9dc9150b50d12da632?s=120&d=mm&r=g
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista pubblicista.

Clan Belforte e Piccolo-Letizia: operazione dei Carabinieri di Marcianise contro soggetti ritenuti responsabili di traffico di sostanze stupefacenti con l’aggravante del metodo mafioso.

In data odierna, all’esito di una indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia, i Carabinieri della Compagnia di Marcianise hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa della misura cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 38 indagati (di cui 15 in carcere, 14 agli arresti domiciliari e 9 con l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria), ritenuti responsabili del reato di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope con le aggravanti dell’utilizzo del metodo mafioso, dell’impiego della forza di intimidazione derivante dal vincolo associativo dei clan Belforte e Piccolo-Letizia. (artt. 74 dpr 309/90, art. 7 legge 203/1991 e art. 416 bis).

L’indagine, denominata “UNRRA CASAS” espletata dal mese di settembre 2014 al mese di maggio 2015, mediante servizi di osservazione, controllo e pedinamento nonché attraverso intercettazioni telefoniche, ha permesso di contrastare il dilagante fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nei comuni di Marcianise, Capodrise e Maddaloni e di accertare la commissione di plurime cessioni di sostanza stupefacente, operate in regime di monopolio avvalendosi delle condizioni di assoggettamento e omertà di cui all’art. 416 bis, c.p., nonché al fine di agevolare le organizzazioni camorristiche denominate “Belforte” e “Piccolo-Letizia”.

Grazie ad una serie di attività di riscontro, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise sono riusciti ad individuare, per la prima volta, l’esistenza di un accordo tra i due clan operanti nel comune di Marcianise, Clan Belforte, detto dei Mazzacane e Clan Piccolo-Letizia detto dei Quaqquaroni”, storicamente nemici e la cui rivalità ha prodotto tra la fine degli anni ‘90 e metà degli anni 2000 svariate decine di omicidi, con il quale veniva sancita un’alleanza per la gestione dell’attività illecita dello spaccio di sostanze stupefacenti, con diversi avvicendamenti tra le due famiglie.

L’indagine ha portato all’arresto di Aniello Bruno, latitante di spicco del clan “Belforte” sino a quel momento posto al vertice della citata organizzazione criminale. Di particolare rilievo è anche l’arresto operato in Albania nel maggio 2015 di uno degli indagati, accusato di omicidio di un trafficante di droga albanese del quale gli era stata commissionata l’uccisione. Infine, durante le investigazioni, sono state tratte in arresto 6 persone in flagranza di reato e sottoposti a sequestro penale circa 6 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana, hashish e cocaina.

L’operazione, che si è svolta fra le province di Caserta, Torino, Reggio Emilia e Mantova ha previsto la sottoposizione ai regimi sottoelencati dei seguenti soggetti:

Salvatore Allegretta, Amedeo Belvisto, Andrea Bizzarro, Aniello Bruno, Francesco De Matteis, Giuseppe Grillo, Filippo Lasco, Pasquale Lasco, Primo Letizia, Alessandro Mandarino, Andrea Nocera, Giovanni Pontillo, Pasquale Regino, Fabio Romano, Nicola Viciglione (sottoposti alla custodia cautelare in carcere).

Giulio Ciano, Antonio Di Fuccia, Generoso Di Sivo, Giglio Onelio Francini, Antonio Marasco, Francesco Martone, Francesco Persico, Francesco Piccirillo, Gregorio Raucci, Raffaele Tartaglione, Marco Viciglione, Alessandro Zampella, Gennaro Barca, Pietro Russo (sottoposti alla misura degli arresti domiciliari).

Francesco Stellato, Pasquale Buttone, Simmaco Coppola, Raffaele Corvino, Enrico De Biase, Nicola Di Giovanni, Tommaso Ragozzino, Tommaso Smeragliuolo, Carmine Zarrillo (sottoposti All’obbligo Di Presentazione Alla Pg).

 

 

- Advertisement -

Ultime Notizie

Uomini e Donne, spoiler: Sirius fa delle rivelazioni piccanti

Uomini e Donne, anticipazioni. Nell'ultima registrazione del programma Nicola Vivarelli, meglio conosciuto come Sirius, fa delle rivelazioni piccanti. Arrivano le anticipazioni dell'ultima registrazione di Uomini e...

Stasera in tv, mercoledì 28 ottobre: “Grease” su Italia Uno

Ecco la guida dei film in onda sui principali canali in prima serata mercoledì 28 ottobre. Scopri cosa sarà trasmesso in anticipo stasera in...

Spid: come fare richiesta e a cosa serve l’identità Digitale

Spid: dallo scorso 1° ottobre il Sistema Pubblico di Identità Digitale rappresenta la credenziale per accedere ai servizi online dell’Inps. Ecco come richiederlo e...

Coronavirus in Campania, i dati del 26 ottobre: 2.761 nuovi positivi

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 26 ottobre dell'unità di Crisi regionale riporta 2.761 nuovi positivi su 14.781 tamponi effettuati. Nuova impennata di contagi...

Danilo Di Leo, un arabesque di protesta del ballerino del San Carlo contro la chiusura dei teatri

Il danzatore del San Carlo, Danilo Di Leo, si è unito alla protesta tenutasi sotto il palazzo della Regione Campania per la chiusura dei...