Calcio Napoli: domani azzurri in campo contro l’H.Verona. I precedenti sorridono ai ragazzi di Sarri.

664
Calcio Napoli: domani azzurri in campo contro l’H.Verona. I precedenti sorridono ai ragazzi di Sarri.

Il Napoli giocherà la prima giornata del girone di ritorno al San Paolo domani alle 15:00. Ospite il Verona di Pecchia reduce dalla buona prova offerta contro la Juventus.

Prima della sosta di due settimane, Il Napoli dovrà mantenere la prima posizione in classifica contro il Verona di Fabio Pecchia, ex calciatore azzurro e vice allenatore al tempo di Rafa Benitez.Gli scaligeri sono reduci dalla buona prestazione offerta contro la Juventus: i gialloblù, capaci di pareggiare con Caceres l’iniziale vantaggio bianconero, hanno perso la partita nell’ultima mezz’ora. Velocità, grinta e capacità di stare bene in campo le doti messe in evidenza dai veronesi.

Previsti non meno di 40000 spettatori a Fuorigrotta; l’arbitro dell’incontro sarà Abisso di Palermo (Vuoto-Santoro, IV: Abbattista, VAR: Mariani, AVAR: Passeri)

Le 38 edizioni in casa del Napoli:

  • (nel 1963/64 si giocò a Bari e nel 1988/89 a Pescara)
  • 27 in serie A, 9 in serie B e 2 in Coppa Italia
  • 23 vittorie del Napoli
  • 11 pareggi
  • 4 vittorie del Verona
  • 71 gol del Napoli
  • 19 gol del Verona

L’ultima vittoria del Napoli:

  • 3-0 il 10 aprile 2016
  • 33’ p.t. Gabbiadini, 46’ p.t. Insigne (rig), 25’ s.t. Callejon

L’ultimo pareggio:

  • 2-2 il 23 gennaio 2004, in serie B
  • 6’ p.t. Salvetti, 26’ p.t. e 37’ p.t. Perovic, 21’ s.t. Adailton
  • in serie A: 0-0 il 30 novembre 1986

L’ultima vittoria del Verona:

  • 1-2 il 2 gennaio 1983
  • 15’ p.t. e 7’ s.t. Fanna, 15’ s.t. Pellegrini

La partita più spettacolare, quella alla quale sono legati i migliori ricordi dei tifosi azzurri, si disputò nella settima giornata della serie A-1985/86. Era il secondo anno di Maradona ed il Verona di Bagnoli scese al San Paolo con lo scudetto cucito sul petto dopo la clamorosa impresa dell’anno precedente. Finì 5-0 per gli azzurri e Diego regalò alla platea uno dei gol più belli della storia della Serie A: magico pallonetto liftato di sinistro dalla trequarti con il portiere veronese costretto a guardare la strana traiettoria infilarsi sul palo più vicino. Questa è la formazione schierata da Ottavio Bianchi: Garella; Bruscolotti, Filardi (52′ Carannante); Bagni, Ferrario, Renica; Bertoni, Pecci, Giordano (55′ Caffarelli), Maradona, Celestini. I gol: 21′ Giordano, 48′ Bagni, 58′ Maradona, 83′ Bertoni, 85′ Pecci