Avellino Calcio, anche il Tar dice no: si ripartirà dai dilettanti

0
165
Avellino Calcio, anche il Tar dice no: si ripartirà dai dilettanti

Avellino Calcio: il Tar del Lazio ha respinto il ricorso del club per la riammissione in B. Si riparte dalla serie D con Enrico Preziosi?

L’Avellino Calcio dice ufficialmente addio ai professionisti. I “Lupi” non potranno infatti partecipare al prossimo campionato di serie B e saranno costretti a ripartire dai dilettanti, dopo che anche il Tar del Lazio, come già fatto dal Coni, ha respinto il ricorso del club contro l’esclusione dal campionato cadetto per non aver presentato una fideiussione valida per l’iscrizione.

Dopo nove anni, il glorioso club irpino (il più blasonato della Campania dopo il Calcio Napoli, avendo disputato ben dieci campionati di serie A consecutivi dal 1978 al 1988) torna dunque nel baratro dei dilettanti.

Il sindaco Vincenzo Ciampi: “Attivi per far ripartire il calcio ad Avellino”

L’Avellino saluta dunque il professionismo ed è costretto di nuovo a ripartire da zero. Una batosta che il pubblico irpino non meritava, per il tanto calore mostrato nei confronti della propria squadra anche in queste giornate difficili. Il sindaco della città irpina, Vincenzo Ciampi, si sta già attivando per riportare il calcio ad Avellino:Avellino Calcio, anche il Tar dice no: si ripartirà dai dilettantiCi stiamo attivando -ha scritto Ciampi su Facebook- per una procedura esplorativa per l’acquisizione di manifestazioni di interesse da parte di società sportive per l’iscrizione della squadra al campionato di serie D ai sensi dell’articolo 52 comma 10 del N.O.I.F. (Norme Organizzative Interne Figc), affinché non si disperda il patrimonio sportivo e culturale della squadra di calcio della città di Avellino. Al profondo rammarico e dispiacere dei primi momenti, abbiamo il dovere di reagire ed intervenire in modo tempestivo ed efficace. I cittadini ed i tifosi avellinesi meritano una squadra degna della gloriosa storia biancoverde”.

Avellino Calcio, Preziosi per la rinascita?

Avellino Calcio, anche il Tar dice no: si ripartirà dai dilettanti

Potrebbe essere il patron del Genoa Enrico Preziosi (avellinese d’origine) l’uomo giusto per far tornare il calcio ad Avellino. Il “re dei giocattoli” affiderebbe al figlio Fabrizio (già dirigente del “Grifone”) il compito della ricostruzione a partire dalla serie D. Per un’operazione che potrebbe ricordare quella fatta pochi giorni fa da Aurelio De Laurentiis con il Bari. Alcune voci dicono che ci sarebbero già stati contatti telefonici tra Preziosi e il sindaco irpino Ciampi.