Roma, imprenditore offre lavoro da 1100 euro mensili ma nessuno accetta

626
Lavoro in Campania, De Luca:

Lavoro: Leonardo Leone Solla si sfoga sostenendo che “la colpa è delle famiglie iperprotettive, ma anche degli imprenditori vecchio stampo”.

Arriva da Roma la storia di un imprenditore che offre lavoro ma non riesce trovare personale per via dei rifiuti alle sue offerte. Come riporta “Askanews”, il caso riguarda Leonardo Leone Solla, titolare di una catena di centri benessere, ristoranti e di attività attive nel turismo e nell’intrattenimento.

“Sono molti anni che pubblico annunci e, nell’80% dei casi, -ha dichiarato Solla- non riesco a trovare il personale richiesto. Di curricula ne ricevo moltissimi ma il loro numero è inversamente proporzionale al reale interesse delle persone”. L’imprenditore racconta di come nel corso del tempo abbia pubblicato vari annunci per i suoi ristoranti/locali anche per cercare cassiere, ma i candidati hanno a suo dire sempre trovato scuse per rifiutare.Lavoro: 1,3 milioni di nuovi contratti in tutta Italia entro agosto In primis la lontananza da casa, ma anche lo stipendio, 1.100 euro, ritenuto troppo basso. Inoltre, “i candidati sembra vogliano anche dettare le regole e gli orari del loro impiego. Qualcuno, addirittura, dopo aver superato la preselezione iniziale, non si presenta alla giornata di “prova”.

Insomma, l’imprenditore si lamenta del mancato spirito di sacrificio dei giovani, che faticherebbero “a svegliarsi presto la mattina”. La colpa sarebbe a suo parere da dividere tra le famiglie iperprotettive, che davanti ad un figlio disoccupato accettano di mantenerlo a tempo indeterminato, e imprenditori vecchio stampo, “che non sanno motivare i ragazzi. Non a caso, da quest’anno, sto girando l’Italia come ‘formatore’. Il mio desiderio è quello di aiutarli, fornendogli maggiori strumenti per affrontare il mercato lavorativo”.

Come sempre in tutti gli ambiti della vita, bisognerebbe ovviamente non generalizzare e guardare caso per caso di fronte ai rifiuti nei confronti di queste offerte di lavoro, ma è chiaro che le parole dell’imprenditore romano faranno senza dubbio discutere.