Protom e l’Istituto Ferraris di Scampia incontrano i giovani talenti della Rivoluzione Digitale 

196
Protom e l'Istituto Ferraris di Scampia incontrano i giovani talenti della Rivoluzione Digitale 

Gli alunni dell’Istituto Tecnico “Galileo Ferraris” di Scampia incontrano Protom, azienda focalizzata sulla realizzazione di soluzioni di Digital Transformation e Advanced Engineering.

Un momento di dialogo per conoscersi, comprendersi e, insieme, raccontare come la digitalizzazione stia trasfigurando il mercato del lavoro e generando sfide che possono diventare opportunità di crescita che restituiscano valore al territorio. Con questo obiettivo oggi si sono incontrati gli alunni dell’Istituto Tecnico “Galileo Ferraris” di Scampia e Protom, azienda focalizzata sulla realizzazione di soluzioni di Digital Transformation e Advanced Engineering.

Due realtà accomunate dalla volontà di valorizzare il talento, vero driver di sviluppo per un territorio, come quello di Napoli, che negli ultimi anni ha dimostrato costantemente di essere in grado di abbattere stereotipi e stigmi attraverso la capacità di cavalcare l’onda del cambiamento innescata dalla Rivoluzione Digitale.

L’Istituto Tecnico “Galileo Ferraris” si distingue da anni per l’eccellenza dei risultati raggiunti e la qualità della preparazione dei propri studenti, riconosciuta a livello nazionale da big player come Cisco, che qui nel 2006 ha scelto di istituire la Cisco Networking Academy per formare e potenziare le competenze di docenti e studenti in ambito ICT.

Protom realtà da oltre 25 anni impegnata nella ricerca dell’innovazione sui mercati europei, nasce ed è tutt’oggi fortemente radicata a Napoli, da dove ha scelto di far partire un progetto di creazione di percorsi formativi mirati a reclutare e valorizzare i talenti che domani diventeranno i professionisti della Digital Transformation.

Si tratta del primo passo verso la creazione di una Academy che capitalizza il vantaggio competitivo derivante da un’esperienza ormai consolidata nel settore dell’IT e delle Interactive Technologiey, come la Realtà Virtuale ed Aumentata.

L’incontro ha inteso rafforzare un dialogo tra due realtà profondamente vicine per lungimiranza e visione, come spiega il presidente e fondatore di Protom Fabio De Felice: “La qualità, la tensione al miglioramento, la fiducia nei nostri talenti e la ferma convinzione che questi si meritino non solo la possibilità di crescere, ma di diventare a loro volta veicolo di sviluppo e valore aggiunto per il nostro territorio: ecco cosa ci lega all’Istituto Ferraris, che da anni semina su un terreno spesso accidentato, ma, per sua natura, fertile di capacità, di voglia di fare bene.

Dove c’è impegno, loro ne sono la prova, fioriscono le opportunità. E il nostro impegno comune dovrà essere quello di colmare quel gap esistente tra il mondo della scuola e quello del lavoro.

Le tecnologie digitali hanno cambiato volto alla nostro modo di vivere e lavorare e questi ragazzi sono al posto giusto, nel momento giusto per essere gli attori protagonisti di un’epoca di rinascimento sociale e culturale.

Il Dirigente Scolastico del “Ferraris”, Prof. Saverio Petitti, esprime soddisfazione e ringrazia Protom Group, azienda leader del settore, per l’attenzione riservata. Il buon livello di preparazione dei diplomati dell’Istituto nel campo dell’innovazione tecnologica è testimoniato peraltro dalle numerose richieste provenienti da società ed aziende del settore. “ll livello professionale dei docenti, la capacità loro e dell’intero staff dell’Istituto, di trasferire passione per il settore formativo, uniti all’impegno degli studenti, hanno come risultato tangibile la richiesta dei diplomati del “Ferraris” da parte di molte imprese altamente qualificate.”

A distanza di pochi mesi dal conseguimento del diploma sono numerosi i giovani che iniziano a lavorare presso aziende del territorio. L’iniziativa For.Ce (Formare-Orientare – Certificare) finanziata dall’Anpal e realizzata da Protom costituisce una reale opportunità rivolta ai diplomati con specializzazioni nel campo ICT.

Il Dirigente sottolinea: “Non abbiamo dubbi perciò gli studenti, che si apprestano a superare il prossimo Esame di Stato e che vogliano intraprendere un percorso lavorativo, accettino la sfida e la vincano. Sarebbe un ennesimo traguardo superato per il nostro Istituto e per tutti coloro che hanno a cuore le sorti dei giovani del nostro territorio”.