I Peanuts compiono 67 anni, buon compleanno Charlie Brown

1535

Un gruppo di bambini e un cane beagle bianco con le orecchie nere compongono il cast di Peanuts, una saga di fumetti durata cinquant’anni, entrata nel Guinness Book of Records come il fumetto più popolare di tutti i tempi.

di Maria Sordino – Era l’ottobre del 1950 quando la prima striscia Peanuts di Charles M. Schulz veniva pubblicata su sette quotidiani statunitensi. Peanuts (letteralmente noccioline, ma nel fumetto utilizzato con l’accezione di “piccolezze” o “cose da poco”) è un fumetto a strisce giornaliere e a tavole domenicali realizzato da Charles M. Schulz, pubblicato dal 2 ottobre 1950 al 13 febbraio 2000 (il giorno dopo la morte dell’autore). È stato uno dei più famosi e influenti della storia del fumetto ed è stato pubblicato su oltre 2600 testate, raggiungendo 355 milioni di lettori in 75 Paesi nel mondo e tradotto in 21 lingue diverse. I suoi personaggi, in particolare Charlie Brown, Snoopy e Linus – attraverso le loro battute, il loro carattere, le loro abitudini – hanno conquistato il pubblico di tutto il mondo e sono conosciuti e amatissimi ogg anche dalle nuove generazioni. In questi anni, sono stati protagonisti di una serie di cartoni animati, di due lungometraggi animati e di una commedia musicale nel 1967; la serie è stata oggetto di saggistica e di interessamento da parte degli intellettuali. Fino al 1999, quando Schulz decise di smettere di disegnare le strisce dei Peanuts. Il saluto al grande pubblico è affidato dall’autore a Snoopy, uno dei personaggi che, nell’ultima striscia scrive questa lettera a macchina: “Cari amici, ho avuto la fortuna di disegnare Charlie Brown e i suoi amici per quasi 50 anni. È stata la realizzazione di tutte le ambizioni della mia infanzia. Sfortunatamente non sono più in grado di mantenere il ritmo di programmazione di una strip quotidiana. La mia famiglia non desidera che i Peanuts siano continuati da un altro perciò annuncio il mio ritiro. In tutti questi anni sono stato riconoscente per la correttezza dei nostri editori e il meraviglioso sostegno e affetto espressomi dai fan del fumetto. Charlie Brown, Snoopy, Linus, Lucy… Non potrò mai dimenticarli…”.

Curiosità Nel 1969 la navicella di comando e il modulo lunare della missione spaziale Apollo 10 sono stati nominati rispettivamente Charlie Brown e Snoopy, nomi di due dei protagonisti della serie. Nel 1990, al museo del Louvre di Parigi è stata dedicata al fumetto una mostra in occasione dei quarant’anni della serie, durante la quale il suo autore ha ricevuto una onorificenza dalla Francia.