Nauticsud, la Soprintendenza dice no: cancellato il salone nautico sul Lungomare

360
Nauticsud, la Soprintendenza dice no: cancellato il salone nautico sul Lungomare

Nauticsud: il no della Soprintendenza fa saltare il salone nautico previsto per il mese di ottobre sul Lungomare di Napoli.

Brutte notizie per Nauticsud, il Salone Nautico previsto sul Lungomare di Napoli per il mese di ottobre. Come riportato da “Il Mattino”, dopo 8 mesi di trattative, progetti, modifiche e riunioni, non è arrivato l’ok della Sovrintendenza per l’esposizione delle barche nelle acque che bagnano i dintorni della Rotonda Diaz.

L’incontro avvenuto ieri mattina tra il sovrintendente Luciano Garella e la delegata del Comune di Napoli alla Risorsa Mare, Daniela Villani, ha dunque avuto esito negativo, facendo saltare l’atteso evento.

Un brutto colpo, anche perché, come recentemente osservato da Gennaro Amato, presidente dell’Associazione Nautica Regionale Campana, la cancellazione di Nauticsud (salone nautico da 4000 operatori) avrebbe portato la città di Napoli al rischio “di perdere oltre cinque milioni di euro per indotto turistico, la filiera nautica campana oltre 13-14 milioni, ma soprattutto sarà una brutta figura per la nostra città”. Insomma, la cancellazione dell’evento comporta una perdita da circa 20 milioni di euro.

Inoltre, per il salone nautico Navigare era previsto un afflusso, in dieci giorni, di circa 40mila visitatori (di cui almeno 10mila provenienti da altre regioni).

Gennaro Amato (presidente Associazione Nautica Campania): “Da oggi abbiamo il Lungomare Ingessato”

Dopo il della Soprintendenza, Gennaro Amato (presidente dell’Associazione Nautica Regionale Campana) ha sottolineato in una nota che una decisione del genere “ingessa l’economia, lo sviluppo nautico e boccia del tutto la blu economy del sindaco Luigi de Magistris.Nauticsud, la Soprintendenza dice no: cancellato il salone nautico sul Lungomare Da oggi il Lungomare liberato, come lo ha definito il sindaco, diventa il Lungomare Ingessato. Per fare qualche esempio Napoli, con il mare, perde la nautica così come Torino, sede della Fiat, ha perso il salone dell’auto oppure come se Cortina, sede delle Olimpiadi di sci del 2026, vietasse l’uso delle piste come noi quello del mare per le barche”.