Napoli, nuovo ospedale a Fuorigrotta: diffidenza tra i residenti

940
Napoli, Fuorigrotta: 36enne sparato e ferito durante una rapina. Il racconto non convince la polizia

Fuorigrotta: un reportage de “Il Mattino” sottolinea come ci sia una certa diffidenza sul nuovo presidio destinato a sostituire l’ospedale San Paolo.

Il quartiere napoletano di Fuorigrotta vedrà entro il 2024 la costruzione di un nuovo presidio che andrà a sostituire l’ospedale San Paolo: la struttura sorgerà nella zona di via Campegna, in un lotto di 87mila metri quadri a ridosso della linea ferroviaria dismessa Napoli-Roma.

La scelta di realizzare un nuovo ospedale (il cui costo sarà di 74 milioni di euro) deriva da considerazioni di ordine clinico (inadeguatezza dei percorsi attualmente attivi a via Terracina), strutturali (onerosità e difficile esecuzione di interventi di adeguamento sismico che supererebbero i 20 milioni e comporterebbero disagi all’utenza nella convivenza con il cantiere) ed economiche (alti i costi di gestione dell’attuale presidio).

Tuttavia, un reportage de “Il Mattino” racconta di come vi sia una certa diffidenza su questo progetto da parte dei residenti del quartiere di Napoli ovest, figlia forse del timore di spreco di denaro pubblico.

C’è la sensazione che possa ripetersi quanto accaduto per esempio al Parco dello Sport, ricco di impianti mai utilizzati: “Qui vicino -spiega un commerciante della zona- hanno creato un bellissimo centro sportivo con campi di calcio, tennis e pista di pattinaggio: l’avete mai visto voi? L’hanno messo a disposizione della città?

Allora possiamo pure accettare che il nuovo ospedale San Paolo lo facciano qui, ma se viene rilanciata l’intera zona altrimenti produrrà solo ulteriore confusione”.