Napoli, il cantiere di piazza Leonardo in preda al degrado

460
Napoli, il cantiere di piazza Leonardo in preda al degrado

Piazza Leonardo: il cantiere (avviato nel 2013 per costruire box auto ma attualmente fermo) è invaso dai rifiuti.

Tra i tanti cantieri presenti a Napoli, quello di Piazza Leonardo al Vomero è uno dei più “anziani”. Aperto nel 2013 per la costruzione di box auto, è attualmente fermo e, per di più, è diventato una discarica a cielo aperto. “Il Mattino” ha infatti raccolto le denunce di un commerciante, che parla della presenza di “topi, alberi caduti, transenne volanti, materiali di risulta, passanti che ci buttano la spazzatura”. Una situazione assolutamente degradante, per cui ieri c’è anche stata una manifestazione di protesta.

L’iter giudiziario dei box di piazza Leonardo, però, è lungo e irrisolto: ne sono un esempio “i serbatoi fantasma” nel sottosuolo che hanno bloccato a lungo i lavori. L’avvocato Enzo Maria Zuppardi ha fatto il punto della situazione: “Un anno fa – riassume a “Il Mattino” il legale della Celebrano, ditta che avrebbe dovuto costruire i parcheggiil Comune ha revocato la convenzione. A maggio 2018 abbiamo impugnato il provvedimento al Tar.

A settembre, Palazzo San Giacomo ci ha inviato un provvedimento di sgombero del cantiere, abbiamo impugnato anche quello e proposto la costruzione di due piani di box anziché tre. Il Comune fa muro, ma se un’istituzione rilascia una convenzione non può tornare indietro ad libitum”. Inoltre, c’è una fogna realizzata dalla Celebrano, “nuova, mai usata, e costata un milione”.

Anche la V Municipalità ha evidenziato il proprio punto di vista: “Il concessionario ha avuto tempo e modo di eseguire i lavori – spiegano l’assessore alle Attività Produttive della V Municipalità Luigi Sica ed Enrico von Arx, presidente della commissione Lavori Pubblici – Non sono stati fatti grossi passi in avanti, è chiaro che non ci sono più soldi per costruire i parcheggi. Noi invece abbiamo la necessità di restituire la piazza ai cittadini”.