Legge di bilancio, aumenti di stipendio per i dirigenti scolastici

1002
Irpinia news. Non mandano il figlio a scuola. Denunciati i genitori

La legge di bilancio vedrà crescere dopo molte battaglie la retribuzione dei dirigenti scolastici.

di Luigi Maria Mormone – La legge di bilancio arriva in Parlamento e, in tema di scuola, presenterà l’aumento degli stipendi per docenti e dirigenti scolastici, con questi ultimi che, dopo anni di battaglie, molto probabilmente vedranno la loro retribuzione equiparata a quella degli altri dirigenti della pubblica amministrazione. Da qui al 2020, infatti, stando al testo del consiglio dei ministri e prossimo al vaglio delle Camere, l’aumento mensile sarà di circa 440 euro netti. Oggi la retribuzione di posizione parte fissa è ferma all’ultimo contratto del 2010, che prevede 3556,68 euro lordi mensili a fronte della retribuzione prevista per i dirigenti della pubblica amministrazione di 12155,61 euro lordi. Un dirigente scolastico guadagna dunque in media 58000 euro lordi l’anno, quasi la metà rispetto a un dirigente universitario.Legge di bilancio, aumenti di stipendio per i dirigenti scolastici L’aumento sarà graduale: il MIUR ha destinato un fondo di oltre 31 milioni per il 2018 e di oltre 95 milioni per il 2019. La crescita annuale, quindi, dovrebbe essere di 11899,74 euro lordi per i 7993 dirigenti scolastici oggi in servizio. Anche quest’altro dato è destinato a crescere, visto che a settembre è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il regolamento del prossimo concorso per presidi. 2425 sono i posti disponibili per colmare le scuole in reggenza (quelle in cui il preside non c’è e viene sostituito da un dirigente di ruolo in un’altra scuola) che, ad oggi, sono oltre 1700 e sono destinate a crescere con i prossimi pensionamenti.