Il Circolo Canottieri Napoli compie 103 anni

1511
La Canottieri Napoli festeggia, il “quarto”  anno del suo secondo Centenario

Il Circolo Canottieri Napoli compie 103 anni. Primo luglio 1914 – Primo luglio 2017. Stasera serata di Gala per i soci e tanti eventi sportivi.

Il Circolo Canottieri Napoli festeggia il “terzo”  anno del suo secondo Centenario di vita nel corso di una Serata di Gala alla quale interverranno soci ed invitati. Il Presidente Achille Ventura ed i vice presidenti Ivan Filippelli e Sasà Roncalli daranno il benvenuto agli invitati. Aperitivo e quindi una esibizione in piscina degli atleti giallorossi sotto la regia di Lello Avagnano. La cena, nel corso della quale il Presidente (nella foto a lato) rivolgerà il tradizionale indirizzo di saluto a tutti i Soci ed agli ospiti presenti. Premiazione dei Soci 25ennali e 50ennali quindi intrattenimento musicale ad opera dell’ Orchestra Raou & Swiang. A mezzanotte i tradizionali fuochi a mare ed il taglio della torta tutta giallorossa. Come oramai è consuetudine si svolgeranno le “Olimpiadi Giallorosse”, che, giunte alla loro dodicesima edizione, vedranno come di consueto la doppia sfida soci-giornalisti napoletani: nel tennis e nella pallanuoto. La “madre” di tutte le sfide è stata l’attesissima partita di pallanuoto affidata alla direzione arbitrale dell’inflessibile “barone” Rino Merola. E’ stata proprio questa sfida di ieri a far calare il sipario sulle “Olimpiadi Giallorosse”che saranno aperte oggi dalla sfida di calcetto fra soci e personale CCN. L’altra sfida che vede coinvolte le “penne” napoletane è quella sulla terra rossa, con il torneo di tennis di doppio amatoriale che vedrà da un lato la squadra dei giornalisti affidata al ct Marco Lobasso e dall’altra quella del circolo guidata da Massimo Cierro. Quest’anno la sfida in piscina è dedicata alla memoria di due grandi campioni giallorossi scomparsi negli ultimi tre mesi : Gigi Mannelli e Paolo De Crescenzo. Luigi, ma per tutti era “Gigi” Mannelli, pallanuotista del Circolo Canottieri Napoli fu il primo olimpionico giallorosso e conquistò la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Roma nel 1960. Paolo De Crescenzo è cresciuto nella Canottieri Napoli sotto la guida del Fritz Dennerlein, esordì in prima squadra nel 1965, iniziando la sua militanza in quel gruppo che dominò l’Italia della pallanuoto negli anni settanta, vincendo 4 scudetti e la Coppa dei Campioni. E saranno proprio i suoi compagni di squadra che scenderanno in piscina per ricordarlo ancora una volta. Gualtiero Parisio, Silvano Forte, Renè Notarangelo, Guido Criscuolo, Nando Lignano, Stefano Postiglione e Mario Vivace. Per i giornalisti fra gli altri, Ottavio Lucarelli presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Mario Zaccaria presidente dell’USSI Campania, Antonio Sasso direttore del Roma capitano “storico” delle penne napoletane, Franco Porzio, Gianluca Letizia, Diego Scarpitti e Gianluca Verna del Roma. Paolo Trapanese, il “portierone” della nazionale azzurra e attuale presidente del comitato regionale della Fin, sarà il numero uno della formazione dei giornalisti.