Allarme Gaiola: quattro chilometri dell’area marina sono a rischio frane

892
Allarme Gaiola: quattro chilometri dell’area marina sono a rischio frane

Allarme Gaiola: a segnalare il pericolo sono centinaia di appassionati di kayak, che ogni giorno solcano le acque del Golfo.

Allarme frane nell’Area Marina Protetta di Gaiola, uno dei punti più belli del mare di Napoli (e tra le sei aree marine protette della Campania). Come riportato da “Il Mattino”, a segnalare il pericolo sono centinaia di appassionati che ogni giorno solcano le acque del Golfo partenopeo sui kayak: “I punti a rischio frana sono oltre quattro chilometri -spiega Maurizio Simeone, presidente del Centro studi interdisciplinari Gaiola Onlus- da Trentaremi a Nisida, da Coroglio a Punta Cavallo”.Allarme Gaiola: quattro chilometri dell’area marina sono a rischio frane Quello del kayak è un vero e proprio boom, che tra noleggi e tour sta producendo un giro d’affari importante, anche se, prosegue Simeone, “al momento non c’è nessuno che sia autorizzato ad accompagnare turisti a bordo”.

Sta di fatto che oltre il 60% del tratto compreso tra Trentaremi e Marechiaro, come segnato sulla mappa del Parco sommerso di Gaiola, indica in verde fosforescente “il tratto di costa a rischio frana dove bisogna tenersi a debita distanza di sicurezza”.Allarme Gaiola: quattro chilometri dell’area marina sono a rischio frane Oltre all’alt di Capitaneria di Porto e Guardia Costiera, domani, giovedì 8 agosto (dalle ore 10.30 alle 16), ci sarà una giornata di sensibilizzazione sulla spiaggia del porticciolo della Gaiola, intitolata Kayak etico e sostenibile: kayakers, noleggiatori e appassionati potranno ricevere informazioni, vademecum e un qrcode digitale per le regole di navigazione.