24-10-20 | 20:27

Associazione Scarlatti, in concerto il Quartetto Mitja e il violista Francesco Solombrino

Home Cultura Associazione Scarlatti, in concerto il Quartetto Mitja e il violista Francesco Solombrino
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Ultime notizie Benevento: 14enne si spara con pistola del padre

Benevento news:  14enne si spara con la pistola del padre, è grave Si esclude il gesto volontario, sarebbe stato un incidente. Un quattordicenne di Vallata,...
97e9c55facf9f93382c497eef91bdf9b?s=120&d=mm&r=g
Carlo Farinahttps://www.2anews.it
Carlo Farina - cura la pagina della cultura, arte con particolare attenzione agli eventi del Teatro San Carlo, laureato in Beni culturali, giornalista pubblicista.

La rassegna musicale all’aperto nei giardini di Villa Pignatelli con i concerti della Associazione Alessandro Scarlatti in collaborazione con la Direzione regionale Musei Campania, diretta da Marta Ragozzino e Villa Pignatelli, diretta da Fernanda Capobianco, si concluderà venerdì 11 settembre alle ore 21 con il concerto del Quartetto Mitja e il violista Francesco Solombrino. 

Questo Quartetto nasce nel 2008 da quattro valenti musicisti provenienti da Napoli, Cosenza, Potenza e La Serena (Cile). L’ensemble si è formato nelle Accademie più prestigiose d’Europa (la Scuola di Musica di Fiesole, l’Accademia Europea del Quartetto di Firenze, l’Accademia W. Stauffer di Cremona, la Pro Quartet Academy di Parigi, la Jeunesse Musicale Deutschland di Weikersheim, l’Accademia Pianistica Internazionale Incontri col Maestro di Imola), studiando con musicisti e ensemble di fama internazionale, quali l’Artemis Quartet, il Quartetto Alban Berg, il Casals Quartet, il Kuss Quartet, il Quartetto di Cremona, Antonello Farulli, Andrea Nannoni e Alfred Brendel.Al Mitja sono state riconosciute importanti Borse di Studio dalla Scuola di Musica di Fiesole, dalla Pro Quartet di Parigi, dalla Fondazione “A. Ciampi” e dal Jeunesses Musicales Deutschland. 

Il disco monografico su Gian Francesco Malipiero pubblicato nel 2016 per l’etichetta discografica “TACTUS” è stato apprezzato dalla critica, ricevendo il massimo delle stelle dalla rivista tedesca “Pizzicato” e dal mensile italiano dedicato “Musica”. Il Quartetto Mitja è stato ospite di varie emittenti radiofoniche e televisive quali Radio3 Suite, Radio Vaticana, Radio CRC, Radio Merge (Oman), Rai2 etc. etc. Il programma prevede l’unico quartetto di Maurice Ravel, dedicato a Gabriel Fauré mon cher Maitre, da un Ravel appena ventisettenne, ma già estremamente maturo, e modellato sul Quartetto di Debussy, con il quale Ravel sentiva una forte continuità ideale. 

In accostamento e contrapposizione segue il secondo Quintetto di Brahms op. 111, opera della piana maturità del compositore che, ormai cinquantasettenne, aveva già alle spalle le quattro Sinfonie e tutti i maggiori lavori. Brahms, preferì concentrare l’intensità del proprio «tardo stile» sugli organici ridotti della musica cameristica, arricchita di ogni conquista armonica, timbrica e ritmica: ed è noto che, con l’op. 111 (Il «fatale» numero d’opus 111, sacro per Brahms alla memoria dell’ultima Sonata pianistica beethoveniana) il musicista pensava seriamente di chiudere la propria carriera. Intenzione alla quale, per nostra fortuna, non diede seguito. 

Grande soddisfazione esprime il Presidente della Associazione Scarlatti Prof. Oreste de Divitiis per la bella partecipazione del pubblico, che ha evidentemente capito lo sforzo profuso per superare le difficoltà del momento, e per la proficua collaborazione instaurata con la Direzione regionale Musei della Campania e Villa Pignatelli.

Pertanto il successo è stato ancora una volta premiato dalla professionalità di un’ associazione seria e preziosa che continua ad alimentare cultura e musica ad altissimo livello, incrementando sempre più successi di pubblico e di critica. La scelta poi della magnifica location di Villa Pignatelli ha fatto il resto, rendendo anche magici i numerosi concerti proposti in questo difficile e drammatico periodo caratterizzato dal noto e nefasto virus.  

Programma

Maurice Ravel (1875 – 1937)

Quartetto per archi in fa maggiore

Johannes Brahms (1833 – 1897)

Quintetto per archi n.2 in sol maggiore opus 111

Quartetto Mitja

Giorgiana Strazzullo, Pasquale Allegretti Gravina,violini

Carmine Caniani, viola

Veronica Fabbri Valenzuela, violoncello

Francesco Solombrino, viola

- Advertisement -

Ultime Notizie

Federica Pellegrini: “Se c’è un altro lockdown io mi ritiro”

Federica Pellegrini, positiva al Covid, nelle sue dichiarazioni esprime tutta la sua amarezza: “Ho 32 anni, ogni volta che si riprende dopo uno stop...

Gevi Napoli Basket, positivi al Covid tre giocatori della prima squadra

La GeVi Napoli Basket ha informato della situazione la Lega Pallacanestro in vista dei prossimi e ravvicinati impegni ufficiali della squadra nella Supercoppa Centenario...

Coronavirus in Campania, i dati del 23 ottobre: 1.718 nuovi positivi

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 23 ottobre dell'unità di Crisi regionale riporta 1.718 nuovi positivi su 12.530 tamponi effettuati. L'unita' di crisi della...

Calcio Napoli, Elmas e Zielinski negativi al Covid-19

I due giocatori del Calcio Napoli erano risultati positivi tra il 2 e il 3 ottobre, prima della gara contro la Juventus poi non...

Scontri e proteste a Napoli, De Luca: “Avanti con la nostra linea di rigore”

Scontri e proteste a Napoli, Vincenzo De Luca: "I protagonisti di questi episodi non hanno nulla a che fare con le categorie economiche e...