giovedì, Novembre 30, 2023

Associazione Scarlatti, il “Coro Mysterium Vocis” a San Paolo Maggiore

- Advertisement -

Notizie più lette

Carlo Farina
Carlo Farinahttps://www.2anews.it
Carlo Farina - cura la pagina della cultura, arte con particolare attenzione agli eventi del Teatro San Carlo, laureato in Beni culturali, giornalista.

Giovedì 16 dicembre 2021 alle ore 20.30, presso la magnifica Basilica di San Paolo Maggiore, l’ultimo appuntamento della Associazione Scarlatti. In programma il repertorio sacro della Scuola Napoletana con un concerto affidato al suggestivo Coro Mysterium Vocis, diretto da Rosario Totaro.

Per il prossimo concerto dell’Associazione Scarlatti, in programma giovedì 16 dicembre 2021, la location è stata temporaneamente spostata nella magnifica Basilica di San Paolo Maggiore, quello che una volta era il tempio dei Dioscuri, testimoniato dalle due sole colonne in stile corinzio, che svettano imponenti sulla facciata principale, completamente immersa nel Centro Antico di Napoli.

L’interessante e suggestivo programma, proposto anche con l’apporto dell’organista Sossio Capasso, è interamente dedicato a “La liturgia musicale a Napoli tra Sei e Settecento”, attraverso l’ascolto di salmi, inni e cantici spirituali musicati da compositori napoletani o attivi a Napoli fin dalla seconda metà del Cinquecento.

Il concerto si concentrerà soprattutto su musicisti che hanno lavorato nelle più importanti istituzioni musicali napoletane tra il XVII e il XVIII secolo nell’ambito della musica liturgica, da Cristofaro Caresana a Francesco Provenzale, da Alessandro Scarlatti al figlio Domenico Scarlatti, dando vita ad una incredibile produzione di quello che è il genere compositivo polifonico più diffuso e ascoltato nelle Chiese e nei Conservatorii della Napoli della seconda metà del Seicento e dell’intero Settecento: il mottetto, il più delle volte concertato o infarcito di cori, interventi solistici, duetti e terzetti dando vita al cosiddetto mottettone alla napoletana. 

Protagonista della serata sarà il prestigioso Coro Mysterium Vocis, che nel 2022 festeggerà  i 30 anni di attività, dove sono state eseguite ed incise partiture inedite della Scuola napoletana dei Seicento e Settecento nonché prime esecuzioni di compositori partenopei contemporanei, in particolare di Gaetano Panariello e Giacomo Vitale.

Ha collaborato, inoltre, e con continuità con il M° Antonio Florio sia con la Cappella della Pietà de’ Turchini sia con la Cappella Neapolitana; nell’ambito di questo proficuo rapporto di collaborazione, il coro ha partecipato tra l’altro alle registrazioni della casa discografica francese Opus 111-Naïve Vespro in festo Sancti Philippi Neri su musiche di Provenzale e Veni Creator Spiritus su brani di Jommelli, Porpora e Cafaro, oltre a realizzare altri cd autonomamente.

Presente in città con una intensa attività svolta principalmente nei luoghi storici, il Coro ha anche partecipato a prestigiosi festival e rassegne in Italia ed all’estero. Fondatore e direttore del Coro è Rosario Totaro diplomato in Pianoforte e Canto presso il Conservatorio S. Pietro a Majella e perfezionatosi con Michael Aspinal e Claudine Ansermet.

Associazione Scarlatti, il "Coro Mysterium Vocis" a San Paolo Maggiore
Foto Rosario Totaro

Dopo un’intensa attività concertistica e discografica in qualità di tenore nell’ambito del repertorio antico ha fondato il Coro Mysterium Vocis che tuttora dirige. Musicista napoletano, si è diplomato al Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli prima in pianoforte, sotto la guida di Carlo Ardissone, e successivamente in canto, con Tina Quagliarella. Ha in seguito approfondito gli studi di canto con Michael Aspinall , Claudine Ansermet e Maria Ercolano. L’incontro con il M° Argenzio Jorio ha alimentato la passione per la direzione di coro. È docente presso il Conservatorio di musica Domenico Cimarosa di Avellino. Nato a Napoli, Sossio Capasso si è diplomato brillantemente in Pianoforte sotto la guida del M° A. Capuano, perfezionandosi successivamente con i Maestri S.Fiorentino e L.Berman. Contemporaneamente agli studi pianistici ha intrapreso quelli in Organo e Composizione organistica presso il Conservatorio di Napoli diplomandosi con il massimo dei voti sotto la guida del M° Anna M. Robilotta. Ha studiato Clavicembalo con il M° Enrico Baiano. E’ Dottore di Ricerca in Musicologia presso l’università di Guanajuato in Messico.

Programma

Con Salmi, Inni e Cantici spirituali – La liturgia musicale a Napoli tra Sei e Settecento

Giovanni Maria Trabaci (1575 ca. – 1647)

Ricercare sesto tono con tre fughe e suoi riversi per organo

Fabrizio Dentice (1539 – 1581)

Ave Regina caelorum

Intonatio – Deus in adjutorium meum intende

Francesco Provenzale (1632 – 1704)

Dixit Dominus

Cristofaro Caresana (1640 ca. – 1709)

Ave Maria

Nicola Fago (1677 – 1745)

Laetatus sum

Alessandro Scarlatti (1660 – 1725)

Ave maris stella

Domenico Scarlatti (1685 – 1757)

Magnificat

Niccolò Jommelli (1714 – 1774)

Locus iste

Cristofaro Caresana                                   

Tarantella “Per la nascita del Verbo”

Biglietto unico € 20; ridotto giovani under 25 anni €12

Biglietti in vendita online presso il circuito Ticketonline.

Per informazioni: www.associazionescarlatti.it; info@associazionescarlatti.it

Infoline . 081 406011

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie