30-10-20 | 05:35

Arzano, uccisa a calci dal compagno durante il lockdown: 47enne arrestato – IL NOME

Home Cronaca di Napoli Arzano, uccisa a calci dal compagno durante il lockdown: 47enne arrestato -...
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Ultime notizie Benevento: 14enne si spara con pistola del padre

Benevento news:  14enne si spara con la pistola del padre, è grave Si esclude il gesto volontario, sarebbe stato un incidente. Un quattordicenne di Vallata,...
23cdab26c88f714dd9afeb2fab1bdf03?s=120&d=mm&r=g
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista pubblicista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

La donna, una 52enne morta lo scorso 14 maggio, aveva trascorso il lockdown con l’uomo ad Arzano nel Napoletano.

L’ha picchiata e procurato lesioni gravissime, fino a provocare la sua morte. In carcere il compagno 47enne di Lucia Caiazza, una donna di 52 anni morta lo scorso 14 maggio presso l’ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore, in provincia di Napoli. I carabinieri della Stazione di Casavatore hanno rintracciato ed arrestato Vincenzo Garzia, già noto alle forze dell’ordine, eseguendo un provvedimento emesso dal gip del tribunale di Napoli Nord, su richiesta della locale procura.

L’autorità giudiziaria, concordando con le risultanze investigative dei militari dell’Arma, ha ritenuto l’uomo gravemente indiziato di omicidio preterintenzionale, lesioni aggravate e circostanze aggravanti. Attraverso attività intercettazioni ambientali e telefoniche, indagini telematiche e l’ascolto di persone informate sui fatti, è stato possibile ricostruire come l’uomo, in più occasioni, avrebbe percosso la compagna procurandole lesioni gravissime al punto da ucciderla.

La donna, residente ad Arzano, si era recata in ospedale con dolori allo stomaco e all’addome

La donna, madre di due figlie e residente ad Arzano, aveva trascorso il periodo del lockdown con il compagno. Si era recata in ospedale due giorni prima del decesso in preda a dolori allo stomaco e all’addome, credendo fossero calcoli renali. I successivi approfondimenti medici avevano fatto emergere una serie di ecchimosi e di lesioni compatibili con una caduta o un’aggressione con calci e pugni.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Real Sociedad – Napoli 0-1: a Gattuso basta Politano

Real Sociedad - Napoli, 0-1. Il Napoli trova la prima vittoria in questa edizione dell'Europa League grazie al gol di Politano. Il Napoli batte la...

Riapre al pubblico il Museo MeMus del Teatro San Carlo

Il Museo MeMus del Teatro San Carlo riapre al pubblico e la Sala del Teatro si anima dei personaggi dell’opera Adriana Lecouvreur. I recenti e...

Da Psycho a La bambola assassina: ecco alcuni film horror da vedere ad Halloween

Halloween: ecco alcuni film horror adatti alla festa celebrata ogni anno in tutto il mondo nella data del 31 ottobre. Come ormai evidente, sarà un...

Coronavirus in Campania, è record di contagi con lo screening ad Arzano: 3.103 nuovi positivi

Lo screening effettuato nella zona rossa di Arzano ha fatto impennare il numero di nuovi contagi da Coronavirus in Campania. Nelle ultime 24 ore record...

Covid 19: ecco le differenze tra test sierologico, test rapido e tampone

Il Covid 19 e le sue parole chiave: ecco le differenze tra test sierologico, test rapido e tampone. Dall’inizio del 2020, l’emergenza Covid 19 ha...