Alcatel-Lucent Enterprise presenta a Napoli le innovazioni di comunicazione, data networking e servizi in cloud

1271
Alcatel-Lucent Enterprise

Il Console Generale di Francia a Napoli, Monsieur Jean-Paul Seytre e BUSINESS FRANCE ITALIA, in collaborazione con Alcatel-Lucent Enterprise, hanno organizzato un cocktail di networking che si è tenuto a Napoli presso la sede del Consolato, Palazzo Grenoble.

Alcatel-Lucent Enterprise è uno dei principali fornitori a livello mondiale ed ha presentato le sue soluzioni di comunicazione e servizi, anche in cloud, per imprese di qualsiasi dimensione.

Con sede a Parigi, sono presenti in oltre 100 Paesi con più di 2.700 persone in tutto il mondo.

Il team è composto da esperti di tecnologia e servizi professionali, insieme ad una rete di oltre 2.900 business partner, fornisce soluzioni di comunicazione, data networking e servizi in cloud a più di 830.000 clienti in tutto il mondo, adattandole alle esigenze delle imprese locali appartenenti a vari settori di mercato tra i quali Pubblica Amministrazione, Sanità, Istruzione, Trasporto, Ospedali.

astrid-savorani

“La nostra azienda” – dichiara Astrid Savorani, Regional Director Central Mediterranean Countries – “è uno dei principali fornitori a livello mondiale di soluzioni di comunicazione e servizi, anche in cloud e vantiamo un’importante eredità innovativa e allo stesso tempo uno spiccato spirito imprenditoriale.

Le nostre soluzioni, innovative ed economicamente convenienti, vengono personalizzate per soddisfare le esigenze specifiche dei nostri clienti e per alimentare la loro crescita. Le nostre soluzioni” – conclude Astrid Savorani – “sono progettate e sviluppate con l’obiettivo di agevolare le aziende nel passaggio dalle tecnologie proprietarie agli standard di settore, come IP e SIP, e ad architetture basate sul cloud.

Esse sono concepite per aiutare le organizzazioni aziendali ad adottare nuovi standard di comunicazione che includano la multimedialità e la mobility per migliorare la user experience, con un Total Cost of Ownership (TCO) inferiore”.

La quarta rivoluzione industriale, quella basata sull’innovazione digitale, è ormai arrivata. Siamo pronti?