26-11-20 | 05:31

L’albicocca, vellutato scrigno di freschezza e salute

Home Enogastronomia L'albicocca, vellutato scrigno di freschezza e salute
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus a Caserta, buone notizie: sono in netto aumento i guariti

Coronavirus a Caserta: in aumento il numero di guariti dal Covid 19 (una ventina negli ultimi giorni). Buone notizie sull’emergenza Coronavirus nel Casertano, dove sono...

Ultime Notizie: Bacoli, è polemica sui rifiuti trasferiti in area di sosta

Ultime Notizie Fa discutere a Bacoli la procedura di trasferimento dei rifiuti eseguita in città, in un'area di sosta pubblica. L’attivista Nestore Antonio Sabatano, presidente...
5a9fa1d6595dda5678b20c716ed74260?s=120&d=mm&r=g
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

L’albicocca vesuviana, ricca di vitamine, sali minerali e benefici principi nutritivi, rimane sempre in primo piano per caratteristiche e qualità.

albicoccaNegli scritti di Plinio il Vecchio nel 1° secolo d.c ci sono testimonianze di questo profumatissimo frutto dell’Estate: l’albicocca. Esistono due gruppi le Bericocche che hanno una forma tonda e polpa molto morbida ed aderente al nocciolo, invece l’albicocca vesuviana, localmente è chiamata Crisommola presente nella fertile area vesuviana, ha un sapore caratteristico. Il profumo, il sapore e la croccantezza sono delle caratteristiche che la rendono pregiata grazie alla bontà della terra vulcanica ed al microclima favorevole che rendono unico il suo sapore. Con la denominazione di Albicocca Vesuviana si indicano, in realtà , circa 100 antiche varietà, interamente autoctone e frutto di una selezione mendeliana, la cui area di produzione coincide con il territorio del Parco Nazionale del Vesuvio. Poetici e bizzarri sono i nomi attribuiti alle albicoccadiverse varietà: Baracca, Boccuccia Liscia, Boccuccia Spinosa,Pellecchiella, Portici, Ceccona, Palummella, Vitillo, San Castrese, Fracasso, Cafona, Baracca, Prete, Prete bello, Taviello, San Francesco, Setacciara, Acqua di Serino etc. Le albicocche sono una potente miscela di sostanze benefiche. I principi nutritivi che nobilitano queste sferette dolci e vellutate sono soprattutto vitamine e Sali minerali. La Vitamina A è presente in natura come carotenoidi ed il più diffuso e attivo è il betacarotene. Sono biomolecole antiossidanti anticancro, prevengono il colesterolo e contribuiscono a combattere i radicali liberi. Sono presenti in tutti gli ortaggi di colore giallo-arancio quali carote, zucche, peperoni; nelle verdure a foglia verde come spinaci e broccoli; in altri frutti come i meloni, pesche gialle, pompelmo rosa e papaia. La vitamina A è fondamentale per la vista, per la formazione delle ossa e dei tessuti e per la cicatrizzazione, ed è la vitamina protettrice per eccellenza di pelle, mucose, capelli e unghie. Favorisce albicoccal’accrescimento e ci protegge dalle infezioni dell’apparato respiratorio, urinario e digestivo. Un tempo le donne cinesi mangiavano albicocche per favorire la fertilità. L’intuito femminile ha preceduto ciò che la scienza avrebbe successivamente confermato: le albicocche sono ricche di minerali indispensabili per la produzione degli ormoni sessuali. Tre albicocche apportano solo 51 calorie e contengono 3 grammi di fibra importante per la normale funzionalità intestinale.

Una torta allo yogurth fresca per l’Estate ricca di albicocche.
2 uova, 6 o 8 albicocche, 40 gr di burro morbido, mandorle in polvere, 50 gr di yogurt magro, 90 gr di zucchero,100 gr di farina, 30 gr di fecola di patate, 1/2 cucchiaino di lievito per dolci in polvere, 1 cucchiaio di granella di zucchero, 1 cucchiaio di mandorle tritate. Prima si uniscono gli ingredienti liquidi e poi i solidi, si mescolano bene da ottenere un impasto morbidissimo e si mette in uno stampo largo. Poi si aggiungono le fettine di albicocca. Si cosparge tutta la torta con granella e mandorle . In Forno a 180° per 30’.

Dott.ssa Patrizia Zinno

- Advertisement -

Ultime Notizie

Beautiful, anticipazioni al 5 dicembre: Katie rischia la vita

Beautiful, anticipazioni dal 30 novembre al 5 dicembre. Katie scopre di avere una grave insufficienza renale e di avere poco tempo per il trapianto. Arrivano le...

Stasera in tv, giovedì 26 novembre: “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban” su Canale 5

Ecco la guida dei film in onda sui principali canali in prima serata giovedì 26 novembre. Scopri cosa sarà trasmesso in anticipo stasera in...

Scozia, assorbenti gratis per legge a tutte le donne

La Scozia è la prima al mondo e la legge ha ricevuto ieri il via libera finale del Parlamento di Edimburgo. In Scozia tutti i...

De Magistris: “Lutto cittadino e Stadio San Paolo diventi Stadio Maradona”

Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha proclamato il lutto cittadino per la morte di Diego Armando Maradona. Qualche tifoso fuori lo Stadio...

L’Amica Geniale 3: le riprese della terza serie partono da Napoli

L’Amica Geniale 3: dopo le prime due stagioni (che hanno registrato boom di ascolti su Rai 1) partono da Napoli le riprese della terza...