venerdì, Agosto 12, 2022

Al Teatro San Carlo Evgenij Onegin, il capolavoro operistico di Čajkovskij

- Advertisement -

Notizie più lette

Carlo Farina
Carlo Farinahttps://www.2anews.it
Carlo Farina - cura la pagina della cultura, arte con particolare attenzione agli eventi del Teatro San Carlo, laureato in Beni culturali, giornalista.

Andrà in scena dal 15 al 26 giugno al Teatro di San Carlo Evgenij Onegin di Pëtr Il’ič Čajkovskij nell’acclamata produzione della Komische Oper Berlin con la regia di Barrie Kosky. Sul podio Fabio Luisi.

Uno dei più grandi capolavori del compositore russo più “occidentale” sarà in scena, quindi, dal 15 al 26 giugno al Teatro di San Carlo, mi riferisco naturalmente a  Evgenij Onegin di Pëtr Il’ič Čajkovskij con una produzione della Komische Oper Berlin con la regia di Barrie Kosky. Per questa importante nuova proposta sancarliana, salirà sul podio del Massimo napoletano Fabio Luisi, che dirigerà l’Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo, dopo cinque anni di assenza.

Fabio Luisi è attualmente Direttore musicale della Dallas Symphony Orchestra, Direttore principale della Danish Radio National Symphony, Direttore emerito dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI e Direttore onorario del Teatro Carlo Felice di Genova, sua città natale. A partire dalla stagione 2022/2023 assumerà la carica di Direttore principale della NHK Symphony Orchestra di Tokyo.

Il coro, ancora una volta, sarà affidato alle “cure”di José Luis Basso. Le scene sono di Rebecca Ringst, i costumi di Klaus Bruns mentre a firmare le luci è Franck Evin. Al Teatro San Carlo Evgenij Onegin, il capolavoro operistico di Čajkovskij

Il cast vocale annovera Elena Stikhina nei panni di Tat’jana, Artur Rucinski in quelli di Onegin e Michael Fabiano in quelli di Lenskij. Nino Surguladze sarà Olga mentre, Monica Bacelli interpreterà Larina. Completano il cast Larissa Diadkova (Filipp’evna), Alexander Tsymbalyuk (Il principe Gremin), Roberto Covatta (Triquet), Antonio De Lisio (Un comandante di compagnia) Rosario Natale (Zareckij), Mario Thomas (un contadino). Tra i più celebri registi contemporanei, noto per le sue produzioni innovative, Barrie Kosky mette in scena il malinconico dramma psicologico di Čajkovskij sulle speranze, i desideri e i fallimenti dei quattro giovani protagonisti, ispirandosi al celebre poema di Puskin, che lesse tutto d’un fiato una notte, rimanendo impressionato dalla struggente storia che viene raccontata nel libro e che affronta temi sociali, culturali, familiari e sentimentali, tuttavia non sembra avere una vera e propria trama, ed è forse proprio questo l’elemento fondamentale che ha poi spinto Čajkovskij a scrivere una della opere più belle non solo del grande compositore russo, ma di tutta la letteratura operistica mondiale, è un patrimonio dell’umanità. 

“In Evgenij Onegin abbiamo a che fare con più storie – afferma Kosky -. Non è solo la storia di una giovane ragazza che scrive una lettera, è la storia di una ragazza che cresce, di un uomo cinico che impara che deve in qualche modo scendere a patti con il proprio universo emozionale, è la storia di persone che dalla campagna si muovono in città, è una storia di snobismo, è la storia di una comunità, è una storia sul tempo. Come in tutte le grandi opere abbiamo a che fare con tante storie diverse e con molti livelli diversi, che l’autore combina brillantemente in un unico grande paesaggio teatrale musicale”. 

Evgenij Onegin è l’opera più amata di Čajkovskij, su libretto di Konstantin Šilovskij e dello stesso Čajkovskij, dall’omonimo poema di Aleksandr Puškin, fu rappresentata per la prima volta, al Teatro Malyj di Mosca il 17 marzo 1879 ed è, insieme a La dama di picche, l’opera più famosa ed eseguita del compositore. Nonostante la drammaticità e la fonte letteraria siano prettamente russe, la grande ammirazione del compositore per il melodramma italiano, l’opera tedesca e il grand-opéra francese si leggono ampiamente in questa partitura ricca di preziose gemme musicali.

Regione Lirica 2022

Evento programmato e finanziato dalla Regione Campania

Teatro di San Carlo
mercoledì 15 giugno 2022, ore 20:00  – sabato 18 giugno 2022, ore 19:00 

martedì 21 giugno 2022, ore 20:00  – venerdì 24 giugno 2022, ore 20:00 

domenica 26 giugno 2022, ore 17:00 

Pëtr Il’ič Čajkovskij

EVGENIJ ONEGIN

Opera in tre atti e sette scene

libretto di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Konstantin Stepanovič Šilovskij e Modest Il’ič Čajkovskij. L’opera è tratta dall’omonimo romanzo in versi di Aleksandr Sergeevič Puškin. 

Direttore | Fabio Luisi

Regia | Barrie Kosky♭

Scene | Rebecca Ringst

Costumi | Klaus Bruns

Luci | Franck Evin

Interpreti

Larina | Monica Bacelli

Tat’jana | Elena Stikhina♭

Olga | Nino Surguladze

Filipp’evna | Larissa Diadkova

Evgenij Onegin | Artur Ruciński

Lenskij | Michael Fabiano

Il principe Gremin | Alexander Tsymbalyuk♭

Un comandante di compagnia | Antonio De Lisio♮

Zareckij | Rosario Natale♮

Triquet | Roberto Covatta

Un contadino | Mario Thomas♮

debutto al Teatro di San Carlo  Artista del Coro

Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo
Maestro del Coro | José Luis Basso

Produzione Komische Oper Berlin

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie