Al San Carlo La Royal Philarmonic Orchestra diretta da Pinchas Zukerman

70
Al San Carlo La Royal Philarmonic Orchestra diretta da Pinchas Zukerman
Invia Tramite:

In programma domani sera, alle 20.30, al Teatro San Carlo una serata con Pinchas Zukerman alla guida della ROYAL PHILHARMONIC ORCHESTRA con Amanda FORSYTH al violoncello. Il programma prevede musiche di Sibelius, Bruch e Elgar. 

Il nuovo appuntamento con la Stagione Sinfonica del Teatro San Carlo, in programma domani sera alle 20.30 (turno S) vedrà protagonista la prestigiosa Royal Philharmonic Orchestra. Fondata nel 1946 da Sir Thomas Beecham per l’occasione sarà diretta dal grande Pinchas Zukerman, principale direttore ospite dell’omonima orchestra.

Zukerman, per questo concerto, sarà impegnato nella doppia veste di direttore d’orchestra e di violino solista con al violoncello la giovane e bella Amanda Forsythe. Il ricco programma della serata prevede “Il Cigno di Tuonela” dalla suite Lemminkäinen (quattro leggende dal Kalevala), Op. 22 di Jean Sibelius, e il celeberrimo Concerto n. 1 per violino e orchestra, Op. 26  di Max Bruch, che diede enorme fama a questo eccellente musicista e direttore d’orchestra, a tal punto che ne rimase schiacciato per tutta la vita, poiché tutti o quasi si ricordavano di lui solo per questa notissima composizione.

Al San Carlo La Royal Philarmonic Orchestra diretta da Pinchas Zukerman Seguirà, Sospiri per orchestra d’archi, arpa e violoncello, Op. 70 di Edward Elgar, (arrangiamento di Pinchas Zukerman) e infine, sempre di Elgar, verrano eseguite le famose Enigma Variations, per orchestra, Op. 36. Il primo brano che aprirà la serata, “Il Cigno di Tuonela” dalla suite Lemminkäinen, fu composto da Sibelius nel 1835 e l’autore vi descrive, con evidenti richiami a Wagner (Ouverture del Lohengrin) e Rachmaninov (Isola dei morti Op. 29), il canto del cigno nero che solca le acque scure del fiume che circonda il regno dei morti (Tuonela).

Con il Concerto n. 1 per violino e orchestra, Op. 26  di Max Bruch, dedicato dal compositore al celebre violinista ungherese Joseph Joachim, si entrerà nel vivo della serata per l’eccezionale notorietà di cui gode tale magnifica composizione. Il Concerto infatti, che unisce momenti cantabili a passaggi di grande virtuosismo, rappresenta una punta di diamante nel repertorio dei maggiori solisti internazionali, le cui difficoltà tecniche mettono a dura prova. Di tutt’altra natura, l’atmosfera soffusa e struggente dei Sospiri per orchestra d’archi, arpa e violoncello, Op. 70 di Edward Elgar.

Il lavoro fu eseguito per la prima volta a Londra nell’agosto 1914 e la musica è caratterizzata da un’orchestrazione raffinata degli archi chiamati a sostenere la voce del violoncello solista. Il programma della serata si chiuderà con Enigma Variations, per orchestra, Op. 36 lavoro che consacra Elgar quale primo grande compositore sinfonico della Gran Bretagna. La partitura, accolta da trionfale successo già alla prima esecuzione nel 1899 alla St James Hall di Londra, presenta una strumentazione scintillante e avvolgente unita a una grande fantasia motivica e timbrica.

Al San Carlo La Royal Philarmonic Orchestra diretta da Pinchas Zukerman Un talento prodigioso, all’unanimità riconosciuto per la purezza del virtuosismo, Pinchas Zukerman ha da sempre determinato una costante spinta a motivare le future generazioni attravero la propria straordinaria maturità artistica. È infatti nel 2002 che, con suoi quattro giovani protegès fonda gli Zukerman Chamber Players. Sul piano individuale, Pinchas Zukerman racchiude una di quelle rare carriere ad altissimo livello tale da vederlo dominare i principali centri musicali al mondo, sia investe di solista, sia in veste di Direttore.

Internazionalmente riconosciuta come una delle più talentuose violoncelliste della propria generazione, Amanda Forsyth appare regolamente presso le principali istituzioni musicali al mondo. Amanda Forsyth si è recentemente esibita, con straordinari consensi da parte di pubblico e critica, al fianco dell’Orchestra del Teatro Mariinsky a San Pietroburgo, per la direzione di Valery Gergiev.

Inoltre la sua straordinaria collaborazione con la Bayerische Rundfunk Sinfone Orchester nel Novembre ’12, le è valsa il titolo di “una viloncellista geniale e di classe”. Fondata nel 1946 da Sir Thomas Beecham, la Royal Philarmonic Orchestra (RPO), ha riscosso oltre settant’anni di successi mondiali, tenendo esecuzioni di primissimo livello su un repertorio di ampia vastità con artisti di indiscusso prestigio. In virtù dell’ispirata direzione del M° Pinchas Zukerman, l’Orchestra continua a fiorire eseguendo programmi di sviluppo molto impegnativi sia in occasione delle tournée internazionali, sia nell’ambito di progetti di comunicazione ed attività discografica.

Una serata, quindi, che si annuncia densa di forti emozioni per la presenza degli artisti appena citati, che nell’ambito di una straordinaria capacità artistica, virtuosistica e di forte coesione, rappresentano una della vette più alte del concertismo mondiale.

PINCHAS ZUKERMAN / AMANDA FORSYTH / ROYAL PHILHARMONIC ORCHESTRA

Direttore | Pinchas Zukerman

Violino | Pinchas Zukerman

Violoncello | Amanda Forsyth

Programma

Jean Sibelius, “Il Cigno di Tuonela” da Lemminkäinen Suite (4 leggende di Kalevala), Op. 22

Max Bruch, Concerto n. 1 per violino e orchestra, Op. 26

Edward Elgar, Sospiri per orchestra d’archi, arpa e violoncello, Op. 70 (arr. Pinchas Zukerman)

Variazioni Enigma su tema originale per orchestra, Op. 36

Royal Philharmonic Orchestra

Invia Tramite: