lunedì, Luglio 4, 2022

Agguato a San Giovanni a Teduccio: confermato il carcere per il boss D’Amico

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

San Giovanni a Teduccio: confermato il carcere per 7 persone (arrestate per l’omicidio del pregiudicato Luigi Mignano, ucciso davanti a una scuola sotto gli occhi del nipotino).

Il gip Valeria Montesarchio ha convalidato il fermo ed emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere per il boss Umberto D’Amico e altri sei presunti esponenti della cosca, già arrestati sabato 4 maggio e accusati dell’omicidio dello scorso 9 aprile nel rione Villa di San Giovanni a Teduccio, quando fu ucciso il pregiudicato Luigi Mignano e ferito il figlio Pasquale.Agguato a San Giovanni a Teduccio: confermato il carcere per il boss D’Amico Come riportato da “Il Mattino”, il provvedimento di fermo della Dda eseguito dai Carabinieri ha riguardato Umberto Luongo, Gennaro Improta, Ciro Rosario Terracciano e Salvatore Autiero, Giovanni Musella e Giovanni Borrelli. Quest’ultimo, a differenza degli altri, non risponde del reato di omicidio ma di favoreggiamento aggravato dalla matrice camorristica, per essersi disfatto dell’arma usata per il raid.

L’omicidio di Luigi Mignano, imparentato col boss Ciro Rinaldi, si verificò davanti alla scuola Vittorino da Feltre sotto gli occhi del nipotino (che al momento degli spari aveva uno zainetto sulle spalle).

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie