Sistema Moda: a Milano l’Assemblea dei Giovani Imprenditori

0
877

Sistema Moda Italia, oggi a Milano l’Assemblea dei Giovani Imprenditori, “TESSUTO 4.0 _ I driver per l’industria del fashion”. E’ stato presentato il progetto Connection.

“TESSUTO 4.0 _ I driver per l’industria del fashion”:

questo il titolo dell’Assemblea Annuale dei Giovani Imprenditori di Sistema Moda Italia che si è svolta oggi a Milano alla Camera di Commercio a Palazzo Turati (Via Meravigli 9 ).

tessuti e modaL’assemblea è stata aperta con gli interventi del Presidente Sistema Moda Italia Claudio Marenzi, del Presidente Nazionale Gruppo Giovani Confindustria Marco Gay e dell’Assessore Moda e Design Comune di Milano Cristina Tajani, la relazione introduttiva del Presidente Nazionale Gruppo Giovani Sistema Moda Italia Alessandra Chiara Guffanti e l’intervento del Consigliere Delegato al Sistema Moda del Sottosegretario di Stato del Ministero dello Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto Marco Nardella-Romagnoli.

6 panel hanno realizzato i driver per l’industria del fashion. Il focus sull’Innovazione è stato aperto con gli interventi della Senior Manager di Accenture Strategy, Francesca Romana Saule, di Marco Bardelle di Pointex Polo Innovazione Tessile di Start up Initiatives for fashion Banca Intesa, di Aldo Tempesti direttore di Texclubtec e di Anna Mazzer di Pitti Immagine E-pittiDecoded fashion.

tessuti e modaLa Finanza come driver per la crescita e l’internazionalizzazione è stata oggetto di un confronto tra l’amministratore delegato di Simest Andrea Novelli e quello di Elite Borsa Italiana Luca Peyrano mentre la Formazione ha visto confrontarsi, guidati da Francesca Romana Rinaldi docente di Strategy e Fashion Management all’Università Bocconi,  Luca Lisandroni CoCeo Cucinelli per “La scuola dei Mestieri”, Stella Sturini head of production per Givenchy in Zama Sport e Roberto Portinari di Piattaforma della moda.

Paolo Bastianello, di Piccola Industria di Confindustria ha presentato “Adotta una scuola-Progetto per le scuole delle zone colpite dal sisma”.

Ad affrontare un focus sul driver Sostenibilità è stato il direttore generale di Eurojersey Andrea Crespi a capo della Commissione sostenibilità in SMI intervistato dalla docente di Strategy e Fashion Management all’Università Bocconi Francesca Romana Rinaldi.

guffanti_alessandra-400x300A seguire Alessandra Guffanti che, in un confronto con il capo dell’area Trade Consumer&Luxury del British Consulate Marina Iremonger, ha presentato il progetto Connection: la futura piattaforma per connettere designer internazionale e produttori italiani.

A concludere l’evento è stato il panel dedicato ai Territori, come driver di marketing per l’industria tessile, nel quale si sono confrontati Carlo Piacenza (Piacenza Cashmere  e Progetto Bifuel) per Biella, Paola Moretti (Tintoria Moretti e Progetto Comon) per Como, Carlo Palmieri (Carpisa Yamamay Progetto Napoli meets the world) per Napoli, Marco Cardinalini (Cardinalini Confezioni e Progetto Cashmere Award) per l’Umbria, Michele Fumarola (Berwich) per la Puglia, Alessio Ranaldo (Pointex spa) per I GGI della Toscana Nord e Aldo Rivolta (Rivolta Carmignani 1867) per Milano Assolombarda

Questo convegno – dichiara Alessandra Guffanti – riassume in pieno i tre anni di mandato della mia presidenza nel quale abbiamo messo al centro i driver per la crescita delle imprese e i territori. Territori nei quali abbiamo scelto di organizzare eventi ed assemblee pubbliche accendendo i riflettori sulla grande industria tessile italiana. Ed oggi torniamo a realizzare un evento dei giovani di Smi a Milano. Il nostro Made in Italy dovrà essere sempre di più caratterizzato da un’attenzione costante alla sostenibilità, all’innovazione e alla formazione delle nostre maestranze, uno degli asset più importanti delle nostre imprese.

Connection è il progetto che concretamente potrà connettere i brand internazionali ai confezionisti italiani.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here