Vicenda Atitech: deluse le aspettative dei lavoratori

0
1781
dav

Continua il presidio ad oltranza dei 177 lavoratori a rischio presso l’Atitech Manufactoring di Capodichino. Richiesto un incontro con il Prefetto di Napoli e sciopero di 40 ore in tutti gli stabilimenti Leonardo in Campania.

di Antonella Amato – I lavoratori di Atitech Manufacturing di Capodichino continuano il presidio della sede di Capodichino.  Le Segreterie territoriali di Fim Fiom Uilm, le RSU degli stabilimenti campani delle aziende Leonardo e la RSU di Atitech Manufactoring di Capodichino si sono riunite in Coordinamento allo scopo di fare un punto della situazione in merito alla vertenza Atitech Manufactoring per monitorare lo stato del settore Aerospazio e Difesa di Leonardo in Campania. atitechIl Coordinamento ha valutato ‘fallito’ il progetto industriale del tanto decantato ‘polo delle manutenzioni’ alla luce della mancata attuazione di tutti i punti che erano oggetto dell’intesa di cui il Piano Industriale, di due anni fa, è parte integrante. La vicenda risale al 2015, il progetto di cui sopra non è mai partito ed i lavoratori dopo la cessione hanno continuato a lavorare smaltendo vecchie commesse di Leonardo. Il nuovo Piano Industriale ‘fantasma’ di Atitech Manufacturing non solo non è stato realizzato ma non è mai partito. Tutto ciò, a maggior ragione, in considerazione della violazione da parte di Atitech Manufacturing dell’impegno contrattuale a non ricorrere ad ammortizzatori sociali nel corso della durata del piano quinquennale. L’accordo prevedeva, in caso di mancato progetto, che i lavoratori assorbiti dalla nuova gestione rientrassero in Leonardo. atitechLa vicenda dello stabilimento di Capodichino si colloca in uno scenario che, negli ultimi anni, ha visto il progressivo disimpegno del più grande gruppo industriale a controllo pubblico in Campania e, più in generale, nel Sud Italia, con impoverimento delle capacità produttive professionali, economico e sociali del territorio, che si sono tradotte in chiusure, cessioni e dismissioni di impianti produttivi. Ricordiamo che l’ex stabilimento Leonardo di Capodichino ha rappresentato e rappresenta un sito strategico per l’aeronautica in Campania in quanto sorge sull’aeroporto di Capodichino ed è dotato di campo volo. Dalla riunione è emerso che il Coordinamento convocato assume carattere permanente. Tutte le decisioni in merito alla vertenza Atitech Manufatoring saranno assunte dal Coordinamento campano in stretto collegamento col le strutture nazionali di Fim Fiom e Uilm. Inoltre le strutture sindacali campane hanno richiesto un intervento urgente al Prefetto di Napoli per una convocazione delle parti affinchè si possa arrivare ad una risoluzione della vertenza. Si spera che le istituzioni (Regione Campania e Comune di Napoli), attraverso un impegno reale, si interessino della vicenda per evitare la chiusura di questo sito che potrebbe causare un effetto domino per gli altri stabilimenti aeronautici in Campania. Non solo. Ma anche per tutelare e rilanciare le eccellenze industriali regionali.  In conclusione il Coordinamento ha stabilito 40 ore di sciopero in tutti gli stabilimenti Leonardo Campania i cui tempi e modalità saranno stabilite dalle segreterie territoriali di Fim Fiom e Uilm.