Trasporti, ancora disagi per i cittadini di Napoli e comuni limitrofi

662
Bus

L’ANM valuta il prolungamento dell’orario estivo. Torna intanto l’incubo “scioperi bianchi”.

di Luigi Maria Mormone – Non accennano purtroppo a diminuire i disagi in materia di trasporti a Napoli e Città Metropolitana. ANM sta infatti valutando la proroga dell’orario estivo di bus, metropolitana e funicolari fino al 15 settembre, prolungando dunque le corse ridotte e la sospensione di alcune linee. La ripresa dell’orario ordinario, in base all’accordo sindacale del 19 giugno, era fissata per domani, ma potrebbe quindi slittare a metà mese. I sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl Autoferrotranvieri e Faisa Cisal, in una nota indirizzata all’Anm, hanno chiesto alla società “di rispettare la data del 2 settembre per il ripristino dell’orario ordinario e del 15 settembre per le funicolari”. Secondo i patti, la programmazione straordinaria col taglio di 40 linee di autobus e la riduzione della frequenze su ferro, scattata a inizio luglio, doveva infatti durare solo due mesi. Intanto, torna l’incubo scioperi bianchi, visto che il 30 agosto diversi autobus CTP sono rimasti fermi a causa della protesta spontanea dei lavoratori per il mancato pagamento degli stipendi di agosto. La protesta ha paralizzato numerosi comuni limitrofi della Città Metropolitana, come Pozzuoli, Marano e Giugliano, con disagi anche a Napoli, dove la CTP è attiva con le linee P19 (nel quartiere Fuorigrotta) e M1B (nel quartiere Agnano). Il rischio è che nelle prossime settimane possano esserci altri scioperi bianchi, come già accaduto lo scorso marzo, quando gli autisti denunciarono guasti e anomalie sui bus, che rimasero fermi in deposito per ben cinque giorni.