Ricominciamo da qui, un crowdfunding per recuperare il murales dedicato a Troisi e Noschese

0
518
Ricominciamo da qui, una raccolta fondi per recuperare il murales per Troisi-Noschese
Condividi articolo:

Ricominciamo da qui: partita una raccolta fondi per recuperare il murales raffigurante Massimo Troisi e Alighiero Noschese (imbrattato da vandali a fine ottobre).

di Luigi Maria Mormone – È ufficialmente partita la raccolta fondi Ricominciamo da qui, tesa a recuperare il murales dedicato a due grandissimi artisti come Massimo Troisi e Alighiero Noschese, vandalizzato a fine ottobre presso la stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano (appena tre settimane dopo la sua inaugurazione in occasione del Premio Troisi). Questi gesti criminali hanno rappresentato davvero un brutto colpo per tutti: per chi li ha realizzati (il duo Rosk&Loste, artisti della scuderia “INWARD”), per l’Eav che li ha finanziati e soprattutto per quei territori come San Giorgio a Cremano, i cui vessilli culturali stanno splendendo in questi ultimi anni come non mai. Adesso però questo crowdfunding lanciato sulla piattaforma Meridonare si propone come obiettivo quello di ristrutturare tale progetto di street art, cui la gente onesta di San Giorgio a Cremano e tutti gli amanti dell’arte in generale si sentono particolarmente legati, proprio perché raffigurante due eccellenze della città vesuviana. Ricominciamo da qui (parafrasi del celebre film di Troisi Ricomincio da tre) è partita dall’associazione Arteteca presieduta da Luca Borriello, con il supporto di Meridonare e il sostegno dell’Eav: l’obiettivo è quello di raggiungere i 6000 euro, la cifra che servirà per recuperare l’opera d’arte. “Vogliamo affrontare con energia e spirito d’iniziativa l’affronto di vandali ignoti che cercano di ostacolare la riqualificazione di queste zone periferiche” ha spiegato il presidente di Arteteca, Luca Borriello. Il presidente EAV Umberto De Gregorio si augura invece che questa raccolta fondi sia solo un punto di partenza: “Se guardiamo bene ci sono tanti angoli delle nostra città imbrattati, tante stazioni. Noi vogliamo ripartire da San Giorgio a Cremano per la riqualificazione di tutte le altre”, questo il suo auspicio.

Condividi articolo: