Premio Masaniello, Napoletani Protagonisti 2017

871

Al via, la 12esima edizione del premio intitolato a Masaniello, la cui cerimonia di si terrà sabato 30 settembre alle ore 20.00, al teatro Sannazaro.

di Carlo Farina – Nella splendida cornice di Palazzo Donn’Anna, a Posillipo, è stata presentata questa mattina alla stampa la 12esima edizione del Premio Masaniello 2017. Nato nel 2006, questo premio intende valorizzare, promuovere e difendere le radici, la cultura e l’identità, del popolo napoletano, unico per tradizione, lingua (e non dialetto) e “libertà”. Non a caso questo premio è intitolato a Tommaso Aniello, più conosciuto come Masaniello, uno dei principali protagonisti della rivolta partenopea, nella quale si consumarono i dieci drammatici giorni che sconvolsero Napoli tra il 7 e il 16 luglio 1647, quando il popolo napoletano insorse contro la pressione fiscale del governo vicereale spagnolo. Questo Premio, pertanto, punta dalla difesa delle nostre radici e della nostra identità, per riscoprire e conservare quella cultura che attraverso la madre lingua, sopravvive. Col Premio Masaniello s’intende indirizzare lo sguardo verso il mondo della produzione e del lavoro premiando quei napoletani che offrono esempio di laboriosità, di operosità e di attivismo. Il Premio Masaniello vuole riconoscere quel particolare merito a chi si sente napoletano e porta con orgoglio, nel mondo, Napoli nel cuore, e soprattutto a chi lotta per redimerla e difenderla. Per questo motivo il Premio Masaniello, rappresenta un appuntamento importante con la città di Napoli, che nelle sue undici edizioni, otto in Piazza del Carmine, e tre in prestigiosi teatri cittadini, si contraddistingue per quella scelta tematica che si fonda sulle figure, sui segni, e sui simboli della più schietta napoletanità, perché si regge sul binomio inscindibile cultura-spettacolo. Tra i vincitori del Premio Masaniello Napoletani Protagonisti delle precedenti edizioni, voglio segnalare, Mirella Barracco, presidente della Fondazione Carditello, Michele Campanella, eccellente pianista di livello mondiale, anche se preferisce essere definito “solo” musicista, Nicola De Blasi, linguista dell’università di Napoli,  Giuseppe Picone, Ambra Vallo, Renato De Falco, Carlo Iandolo, Roberto De Simone, e così via, in un interminabile elenco di eccellenti protagonisti napoletani. premio masanielloQuest’anno è stata scelta come location per la serata finale di premiazione, che si terrà sabato 30 settembre 2017 alle ore 20.00, il teatro Sannazaro dove saranno consegnati i premi divisi in due categorie. Il primo intitolato “èARTEsì”, specifico al piacere attraverso la bellezza, sarà assegnato tra l’altro a Luisa Ambrosio, Giuseppe Morra e Laura Trisorio, mentre il secondo, per il “Tema Ciclico” andrà a Tony Cercola, Mario Massa, Paolo Monorchio e Vincenzo Montrone. La serata sarà condotta da Lorenza Licenziati, a cura del promotore del Premio Luigi Rispoli e del direttore artistico Umberto Franzese.