PD: Vietare la “Marcia su Roma” annunciata da Forza Nuova

520

Annullata la “passeggiata per la sicurezza” organizzata da Forza Nuova per domani sera. La sindaca Virginia Raggi e il Pd chiedono di vietare anche la “Marcia su Roma” prevista per il prossimo 28 ottobre.

forza nuovaA Roma è scoppiata la polemica per la “Marcia su Roma” che Forza Nuova aveva organizzato per il 28 ottobre prossimo. La sindaca Virginia Raggi e il Pd chiedono al ministro dell’Interno Marco Minniti di vietare la manifestazione. Intanto è stata vietata dal questore di Roma, Guido Marino, la «passeggiata per la sicurezza» annunciata da Forza Nuova per domani sera nelle strade del quartiere Tiburtino III, alla periferia della Capitale. È il quartiere dove alcuni giorni fa un profugo eritreo è stato ferito alla schiena durante una lite con alcuni italiani nei pressi di un centro di accoglienza della Croce Rossa. Quanto al 28 ottobre, la comunicazione del corteo non è ancora stata fatta alla questura di Roma, che dovrà poi valutare se autorizzarla. «Una manifestazione patriottica, non filo-fascista o nostalgica». Così Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, definisce la marcia che Fn ha convocato per il 28 ottobre a Roma. «Vogliamo sfilare nel centro di Roma, il ministero degli Interni sbaglierebbe a vietarla, a rispondere a un movimento di popolo, a una rivoluzione in atto con metodi questurini -dice Fiore- la marcia non è contro Minniti ma contro Soros». «Sui migranti e su altri temi come lo ius soli» – dice Fiore, usando forse non a caso le stesse parole del ministro – «si vede la luce in fondo al tunnel» e «gli italiani che non ce la fanno più possono vincere». «La marcia su Roma non può e non deve ripetersi». Lo scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi sul suo profilo Twitter. Il Pd chiede al ministro Minniti, di bloccare l’annunciata Marcia su Roma per il 28 ottobre organizzata da Forza Nuova. «Quali iniziative urgenti – si legge nell’interrogazione firmata da 45 parlamentari del Pd – il ministro degli Interni intende adottare per impedire che l’iniziativa si possa svolgere?». Si tratta di una cosiddetta `marcia dei patrioti´, con la quale si invitano i `camerati´ di ogni parte d’Italia ad unirsi e marciare su Roma `contro la legge sullo ius soli´, che rischia di trasformarsi in una giornata tragica per il nostro Paese”. Walter Verini, capogruppo Pd in commissione Giustizia dichiara: «Alla luce di questa catena di preoccupanti episodi ci convinciamo sempre di più dell’opportunità di approvare la legge contro l’apologia del fascismo: il via libera della Camera è previsto proprio la prossima settimana», aggiunge Verini.