Rosetta D’Amelio incontra i medici cinesi con L’Era della Stella Polare

0
394
Condividi articolo:

La presidente del consiglio regionale, Rosetta D’Amelio ha incontrato una delegazione di medici cinesi impegnata sul progetto medicina e ricerca, promosso dall’associazione culturale internazionale “L’Era della Stella Polare”, presieduta da Vincenzo Scancamarra.

Un’occasione scientifica di grande interesse e prestigio per la quale la presidente del parlamentino campano si è dichiarata molto orgogliosa. “Siamo fieri – ha detto D’Amelio – che le nostre eccellenze mediche siano apprezzate dal mondo sanitario cinese presente nel nostro territorio per sviluppare ed approfondire questo patrimonio prezioso che la Campania possiede a tutela del bene primario della salute”.medici cinesi Dal canto suo, soddisfatto per i risultati ottenuti grazie al suo costante e capillare impegno, il presidente dell’Associazione “L’Era della Stella Polare”, Scancamarra ha anch’egli rivolto parole di encomio per la numero uno del Consiglio della Regione Campania, “A nome mio personale e del sodalizio che mi onoro di rappresentare – ha detto il fondatore della prestigiosa organizzazione – ringraziamo La Presidente, dr.ssa Rosa D’Amelio, per averci ricevuti ed incontrati salutando la delegazione dei medici cinesi in partenza per fare rientro in Cina. I 6 medici cinesi in osservazione clinica e studi universitari a Napoli, ospiti dell’Associazione ‘l’Era della Stella Polare’, in forza del progetto di cooperazione in essere da 4 anni con la Repubblica Popolare Cinese provengono da Xuzhou una provincia ad est di Shanghai, di circa 12.000 milioni di abitanti terra verso la quale, L’Era della Stella Polare, con un progetto congiunto con gli Stati Uniti D’America provvederà ad avviare anche le fasi per la realizzazione ed apertura di centri di ricerca sul cancro e malattie genetiche rare. L’occasione sarà propizia per far partire progetti di ricerca medica con i nostri medici professionisti che già da anni cooperano nel progetto ‘Medici Cinesi in Campania’ e ci sostengono con grande spirito di sacrificio e abnegazione per organizzare gruppi di lavoro “misti” (ITA-USA-CINA) a favore anche di giovani medici, ricercatori e tirocinanti campani da proiettare verso una terra tanto lontana ma ricca di opportunità. Le comunicazioni, le telecomunicazioni, i vettori aerei e i sistemi telematici satellitari, oggi più che mai, ci consentono di accorciare le distanze notevolmente e ridurre al minimo i tempi derivanti dal disagio della lontananza e dei fusi orari. L’Era della Stella Polare lo ha compreso bene da 5 anni a questa parte e per questi motivi ha operosamente nel tempo concretizzato una serie di protocolli d’intesa, memorandum e convenzioni con più di 40 strutture sanitarie di 1,2 e 3 livello. Mi è particolarmente doveroso ringraziare tutti i medici e professionisti del mondo sanitario delle varie meravigliose realtà dell’AORN Cardadrelli, Monaldi, CTO, Azienda Ospedaliera SUN e Università della Campania – Vanvitelli per la passione e l’amore silenzioso che profondo i medici, infermieri, tutor e docenti per mesi a favore dei loro colleghi provenienti dalla Repubblica Popolare Cinese. Un ringraziamento particolare- ha detto ancora Scancamarra– va anche al Prof. Fabio Zanchini che mi ha dato l’opportunita di spiegare davanti ad una platea cosi prestigiosa e autorevole di Universitari il nostro progetto di medicina, biotecnologie e ricerca in cooperazione con la Repubblica Popolare Cinese e gli Stati Uniti d’America”.

g.g.

Condividi articolo: