Vincenzo De Luca azzera lo stipendio a Franco Alfieri

0
368
Condividi articolo:

Vincenzo De Luca: “Trattamento economico azzerato” per il capo di gabinetto della segreteria di Giunta, nonché delegato del presidente per l’Agricoltura.

La Regione Campania lo scorso 15 settembre con un decreto presidenziale ha azzerato lo stipendio per l’ex sindaco di Agropoli, chiamato dal governatore Vincenzo De Luca a Napoli con un ruolo di primo piano sotto il profilo politico. Ad Alfieri, infatti, è affidato lo strategico settore delle politiche agricole, comparto che sulla base del Psr 2014 – 2020 prevede investimenti per quasi due miliardi di euro. alfieriAd annunciarlo è il capogruppo di Forza Italia a Palazzo Santa Lucia Armando Cesaro, che rivendica: “Lo denunciammo il 29 luglio scorso, all’indomani della nomina del neo Capo di Gabinetto della Segreteria del governatore De Luca che adesso è stato costretto ad azzerargli lo stipendio: quell’incarico, segnalammo, era illegittimo per gli effetti dell’articolo 9 del decreto leggo numero 113/2016 che impedisce qualsiasi assunzione, a qualsiasi titolo, in caso di mancata approvazione dei bilanci di previsione e dei rendiconti che, per il 2015 e per il 2016, mancano ancora all’appello”. L’attuale capo staff del Governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca, non potrà ricevere soldi dalle casse di Palazzo Santa Lucia in virtù di una legge che impedisce assunzioni se non sono approvati i bilanci e a palazzo Santa Lucia mancano all’appello ancora quelli di previsione e i rendiconti 2015-2016. Erano stati i consiglieri regionali di centro-destra a sollevare il caso. Ed oggi sono proprio loro ad esultare per la decisione del Governatore di fare un passo indietro. A questo punto qualcuno mette in dubbio la stessa legittimità della nomina ma al momento Alfieri resta al suo posto. L’esponente berlusconiano rende noti i contenuti del Decreto del Presidente della Giunta Regionale numero 265 del 15 settembre scorso con il quale si notifica al Capo di Gabinetto della Segreteria di Giunta, Alfieri, l’azzeramento del trattamento economico. “Non sappiamo se alla luce del Decreto legge 113 la revoca dello stipendio possa bastare a rendere legittima quella nomina”.

Condividi articolo: