Cronaca di Salerno. Una ragazza tenta il suicidio. Salvata da Whatsapp

1684
Cronaca di Salerno. Un ragazza tenta il suicidio. Salvata da Whatsapp

Notizie di cronaca. Un messaggio disperato inviato tramite Whatsapp al fidanzato dopo una brutta discussione con lui. Gli ha mandato una foto di medicine e la scogliera a picco sul mare. Voleva farla finita.

È accaduto ieri pomeriggio quando una ragazza di ventisette anni ha annunciato al suo ragazzo le sue volontà suicide. Gli ha mandato una foto con alcune scatole di medicine e la scogliera a picco sul mare. Aveva lasciato il suo paese di origine, in provincia, e scelto il mare per chiudere definitivamente la sua esperienza di vita. «Dopo aver preso i farmaci mi butto in mare». Questo è il messaggio inviato al ragazzo su whatsapp. Forse la sua era soltanto una richiesta di aiuto. Forse voleva farlo sentire in colpa per quella discussione che, secondo lei, aveva definitivamente segnato il loro rapporto. In un modo o nell’altro, quel whatsapp le ha salvato la vita.

Ma il ragazzo, non ha appena ha visto quella foto, ha immediatamente chiesto aiuto al 112, il numero di emergenza europeo. Alla polizia, alla quale è stata dirottata la telefonata, non ha saputo dare indicazioni precise su dove fosse la fidanzata perché lei non rispondeva al telefono e lui non aveva riconosciuto il posto. Anche quando ha inviato quella foto all’agente che era in centrale operativa, è stato difficile individuare lo scoglio e quindi la posizione della ragazza. Così si è deciso di diramare lo stato di emergenza via radio e impegnare le pattuglie presenti sulla fascia litoranea del capoluogo nelle ricerche della giovane.

La foto, scattata e inviata dalla giovane la ritraeva su una scogliera di Salerno, in una località imprecisata. Le volanti hanno iniziato le ricerche della ragazza, nelle zone potenzialmente compatibili con il luogo descritto, e sono riusciti ad individuarla, sebbene parzialmente nascosta: era distesa tra gli scogli presso il molo Masuccio di piazza della Concordia. Aveva già preso qualche medicina, forse cercava il coraggio di gettarsi in acqua, disperata dal dolore provocato dalla discussione e fuori di testa forse anche per l’uso di qualche sedativo. La giovane è stata poi identificata per una ventisettenne residente in provincia di Salerno, è stata immediatamente soccorsa dagli agenti che le hanno prestato le prime cure