Cronaca di Salerno. Incendio Artecarta, raccolta fondi dei pasticcieri

844

Incendio Artecarta Italia, l’azienda chiede un aiuto alle istituzioni. Domani manifestazione di sensibilizzazione. Primo aiuto dei grandi pasticceri che si sono autotassati.

Dopo il terribile incendio di lunedì scorso, i dipendenti e i titolari dell’attività hanno organizzato una manifestazione per chiedere l’aiuto delle istituzioni. Secondo le prime indagini, il rogo è stato doloso. L’incendio che ha distrutto l’azienda Artecarta è avvenuto lo scorso lunedì notte a Scafati. Una società storica che dava lavoro a 54 persone che ora, di colpo, si sono ritrovate senza più un’attività. Cronaca di Salerno. Incendio Artecarta, raccolta fondi dei pasticcieriIl rogo, secondo quanto emerso dalle indagini, è di natura dolosa: qualcuno ha voluto rovinare i piani lavorativi ed economici dell’azienda scafatese. Considerato che per far ripartire il tutto occorrono diversi mesi, durante i quali i lavoratori non saranno salvaguardati, i dipendenti, in compagnia dei titolari, hanno organizzato una manifestazione di sensibilizzazione nella giornata di sabato per rendere pubbliche le loro difficoltà. Sul sito ufficiale, i proprietari spiegano che l’azienda – leader nel settore cartotecnico – è «stata da un incendio doloso e 54 persone sono rimaste senza lavoro». Ora attendono che le autorità politiche – locali, regionali e nazionali – si facciano sentire. «Per ripartire, per non far morire una realtà virtuosa». Ed è per questo motivo che i fratelli Cascone lanciano un appello al presidente delle regione Campania Vincenzo De Luca affinché «venga a Scafati, ci venga a trovare, si faccia carico per chiedere il blocco, momentaneo, di tasse e imposte. Per darci una spinta concreta a riprenderci, a ricostruire Artecarta e non far finire sul lastrico tante famiglie».Cronaca di Salerno. Incendio Artecarta, raccolta fondi dei pasticcieri Nonostante la tragedia che li ha colpiti, i fratelli Luciano, Emiliano e Raffaele Cascone, insieme ai 54 dipendenti, hanno partecipato, a Milano, all’evento di Carla Icardi sui Maestri Panettoni, per chiedere un aiuto. E l’aiuto, concreto, lo hanno trovato in tutti i pasticceri che si sono autotassati. Non solo i grandi nomi della regione Campania come Pasquale Marigliano, Sal De Riso, Salvatore Gabbiano, Alfonso Pepe, ma anche nomi prestigiosi del Nord come Iginio Massari, Luigi Biasetto, Paolo Sacchetti e tanti altri. Un incendio doloso su cui le autorità stanno indagando. Un’Italia intera di cittadini, artigiani, si sta muovendo, l’azienda infatti è conosciuta su tutto il territorio per la qualità del loro lavoro, la realizzazione del packaging dedicato alla grande pasticceria». Artecarta Italia è diventata una realtà importante a livello nazionale, grazie alla determinazione e al talento dei titolari e grazie all’impegno dei dipendenti.