Cronaca di Salerno. Incendio Artecarta, raccolta fondi dei pasticcieri

654
Condividi articolo:

Incendio Artecarta Italia, l’azienda chiede un aiuto alle istituzioni. Domani manifestazione di sensibilizzazione. Primo aiuto dei grandi pasticceri che si sono autotassati.

Dopo il terribile incendio di lunedì scorso, i dipendenti e i titolari dell’attività hanno organizzato una manifestazione per chiedere l’aiuto delle istituzioni. Secondo le prime indagini, il rogo è stato doloso. L’incendio che ha distrutto l’azienda Artecarta è avvenuto lo scorso lunedì notte a Scafati. Una società storica che dava lavoro a 54 persone che ora, di colpo, si sono ritrovate senza più un’attività. Cronaca di Salerno. Incendio Artecarta, raccolta fondi dei pasticcieriIl rogo, secondo quanto emerso dalle indagini, è di natura dolosa: qualcuno ha voluto rovinare i piani lavorativi ed economici dell’azienda scafatese. Considerato che per far ripartire il tutto occorrono diversi mesi, durante i quali i lavoratori non saranno salvaguardati, i dipendenti, in compagnia dei titolari, hanno organizzato una manifestazione di sensibilizzazione nella giornata di sabato per rendere pubbliche le loro difficoltà. Sul sito ufficiale, i proprietari spiegano che l’azienda – leader nel settore cartotecnico – è «stata da un incendio doloso e 54 persone sono rimaste senza lavoro». Ora attendono che le autorità politiche – locali, regionali e nazionali – si facciano sentire. «Per ripartire, per non far morire una realtà virtuosa». Ed è per questo motivo che i fratelli Cascone lanciano un appello al presidente delle regione Campania Vincenzo De Luca affinché «venga a Scafati, ci venga a trovare, si faccia carico per chiedere il blocco, momentaneo, di tasse e imposte. Per darci una spinta concreta a riprenderci, a ricostruire Artecarta e non far finire sul lastrico tante famiglie».Cronaca di Salerno. Incendio Artecarta, raccolta fondi dei pasticcieri Nonostante la tragedia che li ha colpiti, i fratelli Luciano, Emiliano e Raffaele Cascone, insieme ai 54 dipendenti, hanno partecipato, a Milano, all’evento di Carla Icardi sui Maestri Panettoni, per chiedere un aiuto. E l’aiuto, concreto, lo hanno trovato in tutti i pasticceri che si sono autotassati. Non solo i grandi nomi della regione Campania come Pasquale Marigliano, Sal De Riso, Salvatore Gabbiano, Alfonso Pepe, ma anche nomi prestigiosi del Nord come Iginio Massari, Luigi Biasetto, Paolo Sacchetti e tanti altri. Un incendio doloso su cui le autorità stanno indagando. Un’Italia intera di cittadini, artigiani, si sta muovendo, l’azienda infatti è conosciuta su tutto il territorio per la qualità del loro lavoro, la realizzazione del packaging dedicato alla grande pasticceria». Artecarta Italia è diventata una realtà importante a livello nazionale, grazie alla determinazione e al talento dei titolari e grazie all’impegno dei dipendenti.

Condividi articolo: